Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Internet@mico / VIVERE LE EMOZIONI / Sono a dieta! / vorrei andare in mezzo al cielo dove ci sono i miei amici angeli
Inserito:  26 Feb 2008 17:50   Ultima modifica di: carlottaaa
Mentre l'aereo prende una lunga rincorsa mi faccio forza per staccare le mani appiccicate, col cuore che mi batte, come una campana, vuole chiudere l'emozionante momento atteso da tempo, mi vedo volare come un uccellino, inizio a viaggiare nell'infinito spazio del cielo, di colore azzurro con tanti raggi di sole, a fatica mantengo gli occhi aperti , quel paesaggio li sotto i miei occhi mi sembra in minuatura, immagino in grande mare infinito, col mento sul gomito comincio a pensare cosa vale veramente la mia vita, tanto diversa da tutte le altre, io che amo e che non sono amata, io che vedo divertire e senza mai divertirmi, io che guardo il bene e non posso raggiungerlo.
Non è bello solo guardare, darei volentieri questo ingiusto ruolo via, tanto non mi pare di averlo mai chiesto a qualcuno, in questo momento vorrei andare via lontano e prendere la libertà eterna, passano i giorni le ore i minuti e cambia tutto, ad un tratto, supero l'altezza di gigantesche nuvole uguali a cumuli bianchi, capisco subito che quella è ""laCASA DEGLI ANGELI""  DOPO aver velocemente attraversato la dentro rimango meravigliata per tanti angeli presenti, uno di loro mi viene incontro, sorridente e con tanta dolcezza, mi prende per mano, insieme entriamo in una stanza e ci sedimo vicini, mi confida di essere ""l'angeo custode"" mi chiede di stare in silenzio ad ascoltarlo.
mi dice poco fa volevi morire se tu l'avessi fatto noi due non ci saremmo potuti incontrare, ricordati una cosa mettitela bene in mente per sempre, Dio ti ha donato la vita, non devi deluderlo, tu fai parte di un suo disegno lui sa tutto di te, le tue sofferenze, le tue delusioni, le tue rinunce sono dei grossi atto di coraggio(non ci credo molto a tutto questo ma e quello che mi dice).
Dio ti ha dato la vita ti ha dato una missione, lui conta su di te sulla tua capacità di andare avanti, di crescere,di essere serena, anche nel dolore, sa che puoi riuscirci perchè sei forte, sei la persona che li serve se no non ti avrebbe creato, Dio è giusto, vivi sulla terra quando sarà il momento verrà a chiamarti, sarò io a farlo, è  sbagliato stare con il cuore triste prova a guardare bene, tu hai tutto apprezza le tue cose e credi in te stessa, resta sulla terra con la gioia e abbi fede in DIO. Cerca di mettere in pratica quello che ti sto dicendo, non è tardi per ripensarci sei ancora troppo piccola, gli angeli ci sono anche sulla terra, non perdere il controllo di te stessa non farti guidare da istinti negativi, quanto ti senti sola pensami intensamente, io sono il tuo ANGELO CUSTODE, non posso lasciarti sono tuo, a nessuno farebbe piacere se tu smettessi di vivere ( si a mia madre si starebbe meglio senza di me tutti starebbero meglio senza di me) sono l'angelo custode non mento dio sarebbe il primo a dispiacersi ed io il secondo. tu sei dolce intelligente carina, se te ne vai nessuno potrà più apprezzarti te lo chiedo con tutto il cuore stringiti forte alla vita perchè non è finita e non può finire cosi hai tantecose da dire da fare da dare, un giorno abiterai qui per sempre per l'eternità di questo mi ha parlato il mio ANGELO CUSTODE E NE PARLO A TUTTE LE PERSONE CHE MI VOGLIONO BENEanche se chi me ne dovrebbe dare di bene non e capace di farlo, non sto bene e non cè la faccio a pensare a tante cose, quando mi sento sola scrivo butto fuori quello che mi sono creata dentro di me, ma poi mi ritrovo sola senza poterne parlare con qualcuno, io ho bisogno di coccole di tante coccole di un pò di affetto di mia mamma che sembra che per me non ci sia... e anche quando cè e come se non ci fosse........ ora basta mi sembro matta anzi vi sembrerò matta ma fa nullaaa mi sento sola e persa in un mucchio di buio totale, non riesco più a vedere la luce della terra... chi mi ferma  a riflettere un pò sono le mie sorelline starebbero senza di me e io senza di loro, ma per quanto penserò cosi...
Inserito:  27 Feb 2008 11:06
Carissima Carlotta,vedi il mondo che ti circonda come la maggior parte delle persone infelici.Purtroppo è l'atteggiaento più diffuso tra noi poveri umani.Continuiamo a ripeterci"Se gli altri non sono o non fanno ciò che desideriamo...io sarò infelice!" Sei una ragazza intelligente e capisci da te che ciò non è possibile!Non possiamo depositare La Chiave del nostro benessere psicologico,nelle mani degli altri.Di chiunque altro.Oggi sono i tuoi genitori,o i tuoi amici,domani una persona di cui ti innamorerai...e forse un giorno anche dei figli tuoi.
Non potrai costringere nessuo di loro ad annullare la propria personalità per farti felice.
Non potrai chiedere a nessuno di loro di uniformarsi alle tue aspettative per renderti felice.
Intanto sarebbe una richiesta egoistica e comunque nessuno di noi può cambiare gli altri,essendo una cosa impossibile ci porterebbe solo frustrazione.Carlotta ,siamo liberi solo di cambiare noi stessi,di scegliere cosa fare con le qualità che abbiamo,siamo liberi di Dare amore,ma non di imporre agli altri di darcene...ognuno è fatto a modo suo ,se non è all'altezza delle nostre aspettative ,non sempre lo fa con cattiveria,il più delle volte non ha la capacità di esserlo.I grandi,non sono nulla di più che "Bambini un pò cresciuti"...con tante insicurezze e tanto dolore da portarsi dentro,perdipiù con la responsabilità di non deludere chi ha bisogno di loro,ma ci provano,non sempre ci riescono.
Carlotta,poni l'attenzione su di te,su cosa vuoi fare nella tua vita,osserva i tuoi genitori e traine un insegnamento per il futuro,per capire quali errori non devi fare tu quando sarai grande.
Immagina un sentiero,loro stanno camminando davanti a te...inciampano ad ogni sasso che si presenta loro,ma in questo modo ti fanno capire anche come non inciampare tu in quegli stessi sassi.
Questa è la vita,imparare dagli errori di chi ci precede,cercando di non ripeterli!
Questo è un modo "costruttivo"di affrontare le difficoltà,trasformandole in esperienza di crescita.Continuare a lamentarsi perchè il mondo non è del colore che vogliamo noi non porta a nulla.
Inserito:  27 Feb 2008 14:47   Ultima modifica di: carlottaaa
cosa cabiria vuoi dire che io non devo cercare l'affetto che non devo pretendere affetto e amore dai miei genitori, ma cosa dici, non li ho chiesto mica io di venire al mondo, se mia mamma non aveva tempo per dare affetto è amore ,allora doveva pensarci prima di fare i figli, i genitori sono egoisti no noi figli, io non ho nemmeno 14 anni e dovrei rinunciare all'affetto di loro, bene io sono disposta a rinunciare alla nvita, se non potrò avere tutto ciò, non mi interessa più nulla ma non venirmi ha dire che sono egoista e se dovessi avere dei figli certo che non farò i lori sbagli, adesso più che mai odio i grandi, si detto bene sono dei bambini cresciuti appunto che non si rendono conto di quello che fanno e di cosa perdono, quando ci daranno ascolto quando sarà troppo tardi, no qui non ci provano nemmeno tu non sai nulla di me, semmai sono io che mi comporto da adulta con mia madre non lei, tu la difendi perchè non lo so , ma adesso non mi fido più di nessuno, io non imporro nessuno a darmi amore non ne ho bisogno, e non ho bisogno di nessuno, tanto me la sono cavata sempre da solaa, e se questa è la vita non ho nulla da imparare meglio non viverci in questa vita di stupidiiiiiiiii.............. oltre me ci sono altre due sorelline e un fratellino pensi che nemmeno loro ahnno bisogno di affetto è amore........ bene sei come tuttii i grandi, sei come mia madreeeee........... e non cè bisogno che aspetto di avere dei figli per sapere come mi comporto lo vedo già con le mie sorelline come sonoooooooooooooo
Inserito:  27 Feb 2008 15:44
Carlotta ricordi gli occhi del tuo cagnolino quando ti guardavano ? era amore vero, puro, non contaminato da ragionamenti e rancori. Ti dirò di più : lui ti avrebbe amato allo stesso modo anche se tu l'avessi preso a calci!
Cosa voglio dire con questo ? Che tu ora sei, giustamente, arrabbiata con i tuoi genitori che ti hanno privata del tuo caldo nido(la famiglia) che ti espongono al dolore più acuto dei tuoi 14 anni.  Ma non lasciare che il rancore,la rabbia, la paura ti rendano arido il cuore...prendi esempio dal tuo amico: ama se vuoi amore.
Coltiva questo sentimento nel cuore. Tu ami molto le tue sorelline:brava,sei per loro un grande esempio e sicuramente fonte di serenità. Ma prova ad amare anche i tuoi genitori in questo momento.
Abbraccia la tua mamma, dalle calore, parlale col cuore,dille quanto bisogno hai di lei, di loro... L'odio porta odio, la rabbia rabbia, l'amore  amore...e tu ne hai tanto da dare altrimenti non saresti così arrabbiata con i grandi.   
Provaci, non arrenderti non inaridire il tuo cuore. Aiutali ad amarti.
Se ti chiudi , se li odi, se li accusi alzi un muro fra voi.  Ma questo muro tu hai l'agilità dei 14 anni per scavalcarlo. Fallo x loro, x te, x le tue sorelline, x il tuo cagnone che tanto ti ha dato senza chiedere !, ciao un bacio
Inserito:  27 Feb 2008 17:50   Ultima modifica di: carlottaaa
no titti non è questo, si vero sono arrabbiata per la loro separazione ma il problema non è quello adesso, io potrei stare bene anche cosi, io amo mio padre e mia madre,e non cè l'ho con loro per la famiglia rotta, perchè io e come le mie sorelle quando andiamo da mio padre stiamo bene, lui non è cambiato nei nostri confronti, anzi è più dolce di prima, il problema è mia madre, il problema e l'incontrario di quello che capite, io voglio un mondo di bene a mia madre, quanto nemmeno potete immaginare, ma ci sono dei problemi in lei che non riesco ad aiutarla, mi sento inutile, lei è cambiata tanto io non so come dirlo perchè non le ho detto nemmeno a mio padre, lui ci porterebbe subito via da mia mamma, e non è questo quello che voglio, pechè lei in questo momento non sta bene, ma non si accorge nemmeno di quello che fa a volte, io voglio fare la figlia, non voglio fare altro ci sono cose che non posso dire, ma io vorrei stare con lei un pò ah parlare ma non ha tempo, quando torna dal lavoro, sta fino a una certa ora poi ci dice di andare ha dormire presto che lei ha una cena con dei colleghi poi un'altra volta deve uscire con amiche, e io da sola non cè la faccio, ci sono tante cos, poi quanto ritorna io l'aspetto quasi senmpre e non sta mai tanto bene, una volta non cè la facevo ad alzarla percè era caduta cosi io e mia sorlla le abbiamo messo un cuscino per terra, forse aveva mal di testa ed e svenuta non lo so, io abbracerei mia mamma tutti i momenti, le ho scritte delle lettere me li starppa tutte, si vero sono agile ma sono anche stanca, poi devo sempre mentire a mio padre,è questo non mi va, ed io ho paura di addormentarmi quanto lei non cè è quindi aspetto che torna ma quanto torna è tardi,ed io la mattina o sonno, a scuola la prof  mi dice che lasciamo perdere poi,,,,, le mie sorelline hanno bisogno di me ma vorrei tanto che loro andassero da mio padre a stare ma nessuno di loro lo vogliono, spcialmente giuli, e che poi tanto con lei non cè l'hai mai , mia mamma è arrabbiata con me è mio fratello, dice che siamo uguali a mio padre, ma non è vero io assomiglio tutto a leiiiii........ titi io voglio bene lo stesso a mia madre come hai detto tu del mio sashan hai descritto bene quella frase... ma secondo te noi non dobbiamo  cecare amore per noi da mia madre, io ne ho un sacco bisogno, il mio sacco è vuoto senza le coccole che non ho da mia madre, io voglio solo lei... voglio solo che ritorni quella di prima.. non importa se non stanno insieme.. voglio una mamma calma che non si arrabbia e urla non che ci non lo sooooo quello che voglio
Inserito:  27 Feb 2008 19:28
Carlotta ora mi è un pò più chiaro ma continua ad essere difficile dirti delle cose perchè temo sempre di ferirti con parole incaute...
Forse tua mamma sta cercando di trovare una sua strada, ha bisogno di spazi suoi e facendolo magari non si accorge di ciò che toglie a voi, del bisogno che voi, tu, avete della sua presenza, del suo affetto, delle sue coccole.  Non arrenderti nel chiederle affetto, aprile il tuo cuore, dille  che le vuoi bene e che vuoi il suo bene, che hai, che avete,  bisogno della mammma...
Lo so che tu le vuoi bene, lo si sente da ciò che scrivi e dal dolore che vi si legge perchè temi di non essere ricambiata ( anche se così forse non è ). 
Lo sa sicuramente anche lei ma a volte c'è bisogno di sentirselo dire, di gesti d'affetto espliciti, di sentirsi dre "mamma ti voglio bene e voglio che tu mi dia il tuo calore, il tuo amore". Provaci ancora. Non ti pentirai mai dei gesti di affetto che offri e magari un pò alla volta riuscirai a superare le sue resistenze. 
Forse però  ti stai accollando compiti superiori alle tue giovani forze lottando da sola...sei sicura che non c'è nessuno che può aiutarvi ?
Comunque se parlare e raccontare ti è d'aiuto continua, qui nel forum c'è sempre quelcuno pronto ad ascoltare, un abbraccio
Inserito:  28 Feb 2008 16:17
Carlotta,mi dispiace che le mie parole ti abbiano creato ancora più rabbia.Tu stessa dici che la mamma sta male ,non è serena,non è come prima.Questo mi fa pensare che non è in grado di dimostrati tutto l'amore che ha per te,proprio perchè in questo momento è fragile e soffre anche lei.Come giustamente diceva Titti,tu continua a starle vicino,a darle il tuo amore ,non stancarti mai di dare,perchè l'amore che diamo agli altri non è mai sprecato anche se a volte ci sembra che non viene ricambiato.
Mi dispiace che tu ,pur così piccola,abbia deciso di sostenere questa difficile situazione da sola.
Forse sta proprio in questo il problema.Dici che hai fiducia nel tuo papà,ma lo tieni lontano dai tuoi problemi,in questo modo non permetti nemmeno a lui di aiutarti.
Qui puoi sfogarti quanto vuoi,nessuno vuole giudicarti.
Inserito:  05 Mag 2008 11:56
ciao, a volte l'animo è strano...pensare al suicidio, si, ci ho pensato tante volte quando, ragazzina, mi sentivo inadeguata ad affrontare la vita, e poi gli attacchi di panico. Poi, da grande, il dolore lacerante di mia figlia che si è gravemente ammalata, ed allora la voglia di vivere con intensità ogni istante ha dato un senso nuovo alle nostre vite. Poi, quando lei è peggiorata ho scientemente meditato il modo in cui entrambe ce ne saremmo andate insieme. Ma quando la fine di una persona che si ama più di se stessi sta arrivando, sei l'unica a non volertene accorgere, e così lei se n'è andata, con sofferenza, ma anche con tanta serenità negli occhi. E' passato un anno e mezzo, la mia unica bambina non è più fisicamente con me, ma la dignità che lei ha insegnato a me ed alle tante persone che le sono state accanto, la sua forza, il suo sorriso, mi impongono di continuare a vivere anche per lei, perchè lei non vorrebbe vedere la sua mamma arrendersi, voglio che lei, da lassù, continui ad essere fiera di me
Inserito:  05 Mag 2008 11:58
[quote][/quote]
Inserito:  21 Mag 2008 21:35
Laura il tuo è un bellissimo messaggio d'amore per la tua piccola che non è più qui ma che tu senti vicinissima anche ora e un grande messaggio di speranza e di incoraggiamento per chi sta soffrendo e pensa di volersi arrendere. 
Grazie per aver condiviso con tutti noi questo tuo grande dolore che  hai saputo trasformare in forza e  in un bellissimo inno alla vita.  Un abbraccio con affetto.