Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Internet@mico / STIAMO INSIEME? / E adesso che sono nato cosa faccio in questa vita? / C'è anche chi decide di uscire di scena
Inserito:  24 Set 2006 21:20
Oggi ho saputo che l'altra notte un mio amico s'è tolto la vita.
Era un uomo maturo, sereno e impegnato in tante cose belle. Era buono, disponibile, e quando gli stavi accanto non potevi non rimanere affascinato dalla sua calma, dalla sua semplicità e dalla sua educazione. Sorrideva spesso, ed era un bel sorriso.
E' uscito di scena, in punta di piedi, senza aver mai lasciato intendere che ci avrebbe lasciati di sua volontà. Non posso ne voglio giudicare. Ciò che sento è che il dolore per non aver saputo cogliere, per non essere riuscito ad esserci quando probabilmente ci ha cercato, è forte.
Perdonatemi se approfitto di questo spazio. A lui va questo mio caro saluto, senza rabbia ne rancore per averci lasciato. A lui va questo mio pensiero con la promessa che lo porterò sempre nel cuore, qui, con me.
Ciao, amico mio.
Inserito:  24 Set 2006 22:46
a volte è solo difficile chiedere aiuto!
Inserito:  25 Set 2006 17:38
Si hai ragione. Chiedere è già difficile, alle volte impossibile, in generale, su tutto... Figuriamoci quando è d'aiuto che hai bisogno!! E se si è razionali al punto da renderci conto che da soli non ce la facciamo, allora sono infinite le condizioni che ci servono per fare questo passo titanico: trovare il coraggio, il momento, la persona che merita la nostra fiducia, la disponibilità a sentirsi in qualche caso giudicare, la voglia di rimettersi in gioco, la forza di tentare ancora... Quanta forza ci vuole per mettere in fila tutte queste cose! E quanta poca forza si ha dentro, quando siamo in debito con noi stessi... Si, a volte è difficile chiedere aiuto...
Inserito:  30 Set 2006 19:43
.....QUANTA TRISTEZZA
UNA VITA CHE SE NE VA....

quanta disillusione....
Inserito:  30 Set 2006 23:31
Si, una vita che se ne va lascia a chi rimane un profondo senso di tristezza. Tantopiù se poi va via sbattendo la porta. Vince chi parte. Chi resta soffre. E' una legge primordiale che nulla può cambiare.
Tuttavia nulla a questo mondo capita per caso. Anche noi che siamo qui a scrivere su questo fatto, lo facciamo perchè ne sentiamo il bisogno. E questo perchè è successo. Badate, non desidero giustificare il fatto in se, ma mi soffermo a riflettere pensando che anche dalle cose tristi può nascere qualcosa di buono. Come queste parole che ho letto qui sopra.
Inserito:  08 Ago 2007 07:48
spesso ci si dimentica che ognuno di noi indossa una maschera, e così, si appare sulla scena della vita ,nulla traspare di quel che non si voglia.
Inserito:  21 Ago 2007 14:51
ziofester sono dieci mesi che cerco di capire qual è il senso di questo terribile incidente che si è portato via due ragazzine sconvolgendo chi resta.io non sono più la stessa e non so che fare della mia vita perchè sempre ho trovato un senso ma stavolta no.abbiamo passato dei momenti molto difficili io e le mie figlie ma quando andava tutto bene quando sembrava che nulla di male potesse più succedere ecco la mano del destino portarci via la figlia la sorella centrale come se ci avessero strappato il cuore e ora io sento loro confuse e io più stordita di loro non ho parole per poterle consolare e preferirei che mi odiassero preferirei che qualcuno mi condannasse a morte perchè è solo colpa mia,ho abbassato la guardia eho perso mia figlia
Inserito:  22 Ago 2007 07:17
Forse non è possibile trovare il senso di queste cose, così come da sempre uomini e donne cercano il senso della vita e ognuno dà le proprie risposte, ma trovare una risposta certa... è veramente difficile. C'è chi trova le risposte nella religione, chi in altre filosofie di vita. Ciò che ci accade ci cambia e cambia la nostra vita. Non farti distruggere dal senso di colpa: puoi concentrare le tue energie sulle figlie che ora condividono con te questo dolore, cercando insieme, con loro, per te e per loro, di ricostruire la vostra vita, portando sempre nel cuore la figlia che non è più con voi. E' doloroso, lo so, ma credo che il tempo aiuti te e loro a trovare la consolazione. Oggi è difficile per te come per loro. Non desiderare una condanna e l'odio, non ne saresti contenta. Le tue figlie hanno bisogno di imparare l'amore e, se ce ne fosse bisogno, il perdono, hanno bisogno della tua presenza e non di allontanarti, perché tu sei il loro riferimento e perché una madre è sempre importante: nel tuo dolore potranno cogliere l'affetto di cui sei capace anche se non sempre espresso, perché a volte anche un solo piccolo segnale può farci sentire amati. Ciao
Inserito:  19 Giu 2011 09:59
@ Admin
se soltanto si sapessero le cose belle che qualcuno pensa di noi...sarebbe meraviglioso...se soltanto si riuscisse a dirle prima...
...credo che quell'amico avrebbe apprezzato...e anche lei...
perchè certe cose si dicono solo dopo la morte? Perchè non dirle prima?

Egoisticamente
io vorrei saperle prima di morire. Sai, quei bei discorsi che si fanno ai funerali...no non quelli del prete che non ti conosce e che chiede informazioni ai parenti 3 minuti prima...no,non quelli falsi scritti da un fantasma e recitati con pathos da qualcuno a beneficio degli astanti...
parlo delle parole vere dette da chi ci vuole bene,o quelle anche solo pensate...
e visto che non credo che dopo la morte le conoscerò
penso che sarebbe importante per me saperle prima...perchè sarebbe triste non sapere quello che una persona pensava di me.

Ci proviamo?...basterebbe una lettera...
Inserito:  04 Set 2019 21:24
questo è perche la gente si ferma all'apparenza e non capisce quanto dolore si cela dietro