Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  02 Feb 2020 18:41
Ciao, amici, come state?
Inserito:  03 Feb 2020 08:58
pieno di problemi, dentro e fuori
Inserito:  03 Feb 2020 17:29
... e il naufragar m'è dolce, in questo mare
Inserito:  03 Feb 2020 21:26
Ciao amici, come state? Io come Marco, malessere, e ultimamente non riesco a dormire, mi addormento tardi e il giorno sono uno straccio. Ho iniziato a studiare per dare gli esami a marzo, i primi due esami, è dura, spero di farcela.
Vi abbraccio
Inserito:  04 Feb 2020 05:35
Ciao, Christie, che esami devi fare?
Finito, non ama la poesia e i giochi di parole: Finito-Infinito.

Vi abbraccio.
Inserito:  04 Feb 2020 13:14
Comunque anche io mi sento ridotta a uno straccio che non ha più la forza neanche di incazzarsi
Inserito:  04 Feb 2020 18:37
MARIA forza con gli esami. sai quanto sei brava, e la tua bravura è molto più grande delle tue pur terribili angosce

CHIARA posso apprezzare la poesia e l'arte ma in quanto funzionali a chi le crea. Non mi riferisco tanto al venale ritorno economico, ma soprattutto ad una più profonda opportunità di espressione di sé stessi. Non credo, invece, che l'arte serva a chi ne "usufruisce". Parlando con un collega, secondo lui, l'arte emoziona, io le emozioni le trovo dentro di me ed è agghiacciante sapere che c'è chi ha bisogno dell'arte per essere consapevole di avere emozioni e di poterle gestire. non mi piace, poi, "l'ipocrisia" dell'arte. I versi da te declamati sono belli? Lo sono in assoluto o perché scritti da Leopardi? se li avessi scritti io, gli stessi versi, sarebbero belli allo stesso modo? allora sono belli i versi o è "bello" Leopardi. da ragazzo un particolare stimolò la mia riflessione, un fatto che ho impresso nella mente ancora oggi: quando ritrovarono e recuperarono dal mare le tre teste attribuite al Modigliani, erano bellissime, di valore inestimabile, la loro arte trasudava emozioni, ........ finché tre ragazzi (passando qualche guaio) non confessarono lo scherzo: da allora, gli stessi oggetti, erano solo dei pezzi di pietra. Oppure penso alla persona più mediocre che esista al mondo, Vasco Rossi, trenta anni fa quasi deriso da tutti e oggi osannato da milioni di persone...... una dietro l'altra ad ammirare il nulla assoluto
Inserito:  04 Feb 2020 19:08
..... miserie umane
Inserito:  04 Feb 2020 19:14
Mi spiego, Finito, la poesia era per rispondere al tuo post. Mi son detta: "Che coincidenza: Finito, Infinito",  e fin qui penso che non ti abbia per nulla colpito, la cosa... 
Ma poi se vai a vedere il significato di questa poesia, non perché sia Leopardi  o chicchessia ad averla scritta, qui si parla di pensieri che sprofondano nell'eternità. A volte  a me aiuta a dare una dimensione diversa ai miei problemi, pensare all'eternità, all'infinito, a queste cose, che da un paio di metri di distanza da me, mi paiono enormi,  le vedo diventare piccolissime e il loro significato cambia.
Poi il tuo ragionamento lo condivido appieno.
spero che adesso abbia un qualche elemento in più per capire la citazione...

A presto...
Inserito:  04 Feb 2020 20:33
Ciao a tutti, come state? Mary riuscirai sicuramente a passare gli esami, sei in gamba...

Marco, Chiara... Insomma... Vi lascio soli per un pó e vi trovo a discutere su uno tra i componimenti più belli della letteratura italiana?! 😜
Inserito:  04 Feb 2020 20:38
Si CHIARA avevo capito, quelle digressioni erano cose che volevo dire spontaneamente, indipendentemente dal tuo post che, semmai, ha rappresentato solo l'imput.

Si PEONIA: bellissimo ....... ma solo perché l'ha scritto Giacomino, ma io e Chiara non discutiamo, ci scambiamo punti di vista che molto spesso scopriamo essere coincidenti
Inserito:  04 Feb 2020 21:21
No, Marco. Non è bella perché l'ha scritta Leopardi. Poteva anche essere stata scritta da Pinco Pallino, resta il significato dei versi. Comunque non hai colto il senso ironico del mio post, e dire che ho messo anche l'emoticon per puntualizzare!
Inserito:  05 Feb 2020 08:14
Io capisco l'ironia e tutto il resto, ma se aggiungo ulteriori osservazioni spontanee non limitandomi esclusivamente ad una risposta pertinente alle vostre libere affermazioni, non vuol dire che dobbiate pensare che io non capisca o che dobbiate controllarmi le virgole.

Peonia, mettiamola così, in me, che sono ormai irrimediabilmente pervaso dal dolore che mi consuma, non c'è più spazio per il "bello", né per apprezzarlo, né per comprenderlo
Inserito:  10 Feb 2020 21:40
Ciao amici, come state? Ho iniziato a studiare, al momento arranco perchè sto cercando di trovare un equilibrio, mi accorgo che faccio anche fatica, ho anche la mia età, e ne risento. Mi sono iscritta alla laurea magistrale Chiara, vorrei partecipare al concorso per la scuola, mi manca qualche esame specifico, invece di farlo singolarmente ho deciso di fare tutta la laurea, è sempre qualcosa in più. Ho anche un master, ma in Italia è sempre tutto poco.
Come va l'umore? Cerco di stare a galla, mille pensieri, e una tristezza orribile, sento come una rassegnazione, forse è meglio, così soffro di meno.
Chiara hai trovato qualche annuncio interessante?
Peonia, Marco, come state?
Vi abbraccio
Inserito:  10 Feb 2020 22:23
Ciao Maria, sono felice che ti sia fatta sentire.
Fai bene a continuare a studiare. Che esami devi dare?
Fai benissimo, non c'è altra strada che andare avanti con la propria vocazione e se tu l'hai trovata sono molto contenta per te e ti ammiro tantissimo.
Io sono ferma, non ho trovato niente che che possa migliorare la mia situazione.

Mi raccomando scrivi, come stai e come vanno i tuoi studi.

Peonia, Marco, saluto anche voi
Inserito:  11 Feb 2020 18:15
ciao amici, è bello leggervi. Io arranco. L'altro giorno, nel libro che sto leggendo, ho letto una frase che mi ha fatta molto riflettere... Vi scrivo qui sotto il passaggio del libro:
Io ho già consumato una gran parte della mia vita. E ho consumato anche me stessa. Non ho smesso di vivere quando avrei dovuto. Pur sapendo che la mia vita non aveva più alcun senso, per qualche ragione non sono riuscita a farla finita. Così mi sono ritrovata a fare una serie di cose assurde, solo per passare il tempo. In questo modo ho ferito me stessa, e anche gli altri. E adesso sto pagando il prezzo. Forse la si può chiamare una maledizione. C'è stato un tempo in cui ho avuto qualcosa che era troppo perfetto. Per questo dopo non ho potuto che fare altro che disprezzare me stessa. Ecco la mia maledizione. Una maledizione alla quale finché sarò in vita non potrò sottrarmi.
Sono stata e lo sono tuttora abbastanza autolesionista. Ho fatto tante scelte sbagliate sapendo quello a cui andavo incontro, e tutto questo non mi ha fermata.

un saluto cari amici...
Inserito:  12 Feb 2020 12:12
Ciao Chiara, sto preparando un esame di lingua e traduzione inglese e uno di letteratura italiana, entrambi molto belli. In particolare quello sulla traduzione, a volte mi capita di fare traduzioni legali, per tribunali e lo trovo molto utile. Posso aiutarti per migliorare la tua situazione?
Al momento arranco, sto cercando di trovare un equilibrio, riesco a dedicare poco tempo allo studio, da domani devo riuscire a strutturare la giornata.
Peonia, lo sai che quello che hai scritto descrive perfettamente quello che provo, come una maledizione per essere rimasti, essere li sospesi ma poi ti penti per non averlo fatto.
E' disarmante quanto siano vere quelle parole.
Marco, come stai?

Un abbraccio
Inserito:  12 Feb 2020 22:27   Ultima modifica di: four monks
Ciao a tutti. Maria ti ringrazio, avrei proprio bisogno di un aiuto in campo professionale e sociale.
Inserito:  13 Feb 2020 18:49
Peonia, l'ultima frase: non mi ha fermata...(da cosa?) mi è rimasta lì, come sospesa.
Il resto mi è chiaro, e mi ci ritrovo pienamente, tra l'altro.
Le scelte sbagliate, pensavo di avere sbagliato tutto. In realtà ho fatto tutto quello che il mio carattere mi ha fatto fare. Avrei avuto bisogno di un po' di saggezza in più, di non fare scelte spericolate, di essere più accorta.
C'erano persone nella mia vita che potevano aiutarmi ma non ascoltavo.

Maria, non ho trovato annunci che mi facciano venire voglia di rispondere.

Sono contenta per te che i tuoi studi procedano.

Un abbraccio
Inserito:  13 Feb 2020 20:15
Chiara quel pezzo riguarda me, non è del libro. Per un errore di battitura è venuto attaccato. Io sapevo bene di fare delle scelte sbagliate e nonostante tutto le ho fatte. Il brano del libro finisce con la parola sottrarmi.

Avete fatto tutto quello che la vostra indole vi ha portato a fare.

Vi abbraccio forte
Inserito:  14 Feb 2020 21:54
Per quanto mi riguarda, non ho fatto mai scelte azzardate, ho cercato sempre di ponderare e di valutare bene, ma il fatto è che quando siamo ad un bivio, al momento scegliamo ciò che sembra giusto, giusto il quel momento, non è detto che lo sia dopo. Ho cercato di capire, di ottenere una spiegazione a quello che vivo oggi, non c'è, è disarmante, le cose sono andate così. Le ho provate tutte, ho veramente bussato a tutte le porte. I casi della vita sono tanti e sfaccettati, hanno mille sfumature.
Ho incontrato persone che hanno voluto ascoltarmi per il mero gusto di sorridere ma non di aiutare, e questa è la cosa più brutta per chi sta soffrendo. Non si fa.
Chiara, posso darti un consiglio, fai una ricerca nella tua zona e fin dove sai che puoi spostarti, di tutte le aziende e uffici. Pensa alle zone industriali, stampa una quantità di curriculum e portali negli uffici, aziende...vedi che qualcosa di buono ne esce:). Hai provato a mettere qualche annuncio su subito? Soprattutto non arrenderti.
Marco, come stai?

Un abbraccio
Inserito:  16 Feb 2020 09:01
Ciao, come state? Marco, è un bel po' di tempo che non ti fai sentire.
Maria, ti ringrazio per i tuoi saggi consigli, mi sto muovendo per migliorare la mia situazione finanziaria con un lavoretto, per esempio mi piacerebbe lavorare coi bambini al doposcuola pomeridiano. Sento di non essere una professoressa, mi sentirei a disagio in quella veste. Invece in una forma meno istituzionale sento che potrei resistere e mi sto muovendo per sistemare la cosa in modo da conciliare il mio attuale lavoro, tanto quello mi sa che me lo devo tenere ancora per un po'.
Purtroppo per la tua storia devo dire con sgomento che non sei la sola a vivere questo abbandono. Storie analoghe in cui i fatti vengono coperti con ulteriore violenza, come dici tu, psicologica, tanto che uno arriva a sentire tutto il mondo contro di sé e a sentirsi addirittura colpevole lui stesso, sono all'ordine del giorno.
Se potessi portare la tua croce per darti un po' di sollievo lo farei in questo momento.
Vi abbraccio calorosamente
Inserito:  16 Feb 2020 19:23
Ciao Chiara, esatto, hai detto una cosa che ultimamente sento tanto: il mondo contro, e la rabbia che ho dentro cresce a misura. Ho una rabbia dentro che non auguro a nessuno, però capisco che se c'è è perchè ho subito. Mi basta che ci siete, tu, peonia, Marco, mi basta la vostra presenza e che mi tendete la mano quando io da sola non basto, è tantissimo per me:)
Che bella idea hai avuto, ti posso dire che nel privato purtroppo non si guadagna tanto, perchè non provi a recarti presso le ludoteche e le biblioteche, parli con le responsabili per offrire un aiuto nei compiti, oppure puoi fare dei volantini e distribuirli nei supermercati e cartolerie e nelle vicinanze delle scuole.
fammi sapere:)
vi abbraccio forte
Inserito:  18 Feb 2020 06:00
Maria, mi ha fatto molto piacere quello che hai scritto. Anche per me è così. Essenzialmente siete come una famiglia.
Tu, Peonia e Marco.

Un abbraccio a tutti
Inserito:  19 Feb 2020 07:36
E voi lo siete per me, non è famiglia ciò che viene registrato all'anagrafe, ma le persone che si incontrano e sanno esserti accanto e capirti. Come stai, come sta il tuo compagno?
Peonia, Marco, come state?
Inserito:  21 Feb 2020 18:42
Ciao, come state? Per me il venerdì ha sempre un che di liberatorio... Per fortuna dal punto di vista medico alcune faccende si sono risolte nel migliore dei modi, altrimenti non so in che stato saremmo ora! Conoscendo il mio compagno si fa venire degli spaventi e cade in stati di profondissima angoscia, che non puoi fare altro che sederti vicino a lui, parlandogli  e standogli accanto finché non  è passata. E poi non riesco a infinocchiarlo, a nascondergli la verità, perché deve sempre capire fino in fondo le situazioni. Quindi...

Voi come state? Maria come va lo studio? Peonia e Marco, non scrivete più. Spero stiate bene.

Vi abbraccio
Inserito:  26 Feb 2020 08:35
ciao Chiara,
si, non sto scrivendo da parecchio perché non ne ho neanche la forza. è un periodo brutto per me, più del solito. un abbraccio
Inserito:  26 Feb 2020 10:54
Ciao amici, Marco, è un piacere risentirti.
Chiara, mi fa piacere che alcune situazioni si sono risolte, io sono come il tuo compagno, cado in una angoscia profonda, che diventa ingestibile.
Capisco Marco, il suo stato d'animo, in questi giorni faccio tanta fatica, infatti anche quello che scrivo è più sconclusionato del solito. Nonna è stata in ospedale per una settimana, è tornata a casa ieri sera, ha passato la notte ad urlare, siamo stati tutti svegli.
Inserito:  28 Feb 2020 12:52
ciao amici, perdonate l'assenza. in questo periodo mi sento proprio persa. mi sono smarrita da qualche parte e non so più cosa sono e cosa voglio. Vorrei riuscire a farla finita una volta per tutte. ci sono giorni in cui mi sento decisa a cambiare la mia vita ed altri in cui cado nel baratro pi profondo. vorrei riuscire a mettere fine a tutto ciò. Non c'è pi nulla che mi dia soddisfazione, non riesco più nemmeno ad emozionarmi.Ho tanta di quella rabbia dentro, per quello che mi hanno fatto, per quello che ho permesso che mi facessero, per tutto quello che ho fatto io, spinta da questa voglia di autodistruzione. Non meritavo tutto ciò  come essere umano prima che come amica, amante, fidanzata, figlia ecc ecc. sento di essere arrivata al punto di non ritorno stavolta.
Inserito:  07 Mar 2020 21:30
Ciao amici, come state?
Peonia, ti prego non arrenderti, non mollare, lo so che ci sono dei giorni terribili, dove tutto è buio, ricorda che un piccolo fiammifero illumina tantissimo. Anche io non riesco a provare più nulla, a volte i pensieri brutti prendono il sopravvento. Fa male pensare a ciò che ci hanno fatto, viviamo le pene dell'inferno per colpe che non abbiamo.
Sono qui, un abbraccio forte