Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  27 Ago 2018 14:09
Scrivo per quel senso di vuoto e di oppressione al petto, per quella voglia di sparire, di non esistere più che alle volte si fa prepotente e per quelle lacrime che scorrono a fiumi su questo brutto viso. Scrivo per tutte le volte in cui questo senso di inadeguatezza mi ha spinta a rivolgere il mio sguardo su questi polsi inutili, non tagliandoli veramente, non fisicamente almeno, ma con la mente e con l'immaginazione quello sì.
Ho passato la mia vita ad assecondare tutti, per non ferire nessuno, per non litigare con nessuno, per non avere nemici.
E alla fine mi sono resa conto di aver sbagliato tutto. Ho sempre sbagliato tutto pur non volendo sbagliare.
Sono inutile, inutile e inadatta per questa vita, per questo mondo. L'ho sempre pensato.
Ora mi ritrovo intrappolata in una gabbia che ho costruito io e di cui ho buttato via la chiave.
Ho assecondato mia madre, ho cercato di non trascurarla, di farla sentire importante per me, ma non è bastato.
Sono stata comprensiva con il mio ragazzo, gli sono stata sempre vicina, gli ho parlato, l'ho supportato anche se la sua frustrazione e il suo disgusto erano rivolti contro di me e lui sembra avere sempre dubbi su di me, pur negandolo. Mi sono umiliata.
Ho sempre pensato di essere stata una buona amica, pensavo che fosse l'unica cosa in cui ero brava e invece a quanto pare mi sbagliavo, perché le mie amiche mi hanno voltato le spalle, ostracizzata senza un motivo apparente.
Alla fine dei conti penso di aver fallito in tutto... con le persone, nei rapporti interpersonali, nelle mie scelte...
E riconfermo quell'idea di me stessa che mi porto dietro probabilmente da quando sono nata, perché non ricordo di avere mai avuto pensieri positivi su di me, come darmi torto? Sono una persona inutile e debole, sono brutta, alle volte mi sento cattiva pur non facendo del male a nessuno, intenzionalmente almeno, perché alla fine le mie azioni, le mie scelte fanno sempre del male a qualcuno. Sono una delusione sia per gli altri che per me stessa.
Ogni problema (o quasi) ha una soluzione, che sia essa facile o meno, ma la domanda è: ne vale la pena? Ho davvero voglia di affrontare tutto ciò?
Ho trovato questo forum cercando su google "voglia di morire", ho letto qualche post e ho letto di grandi persone che combattono, ogni santo giorno, contro i propri problemi, contro il proprio dolore.
Ho cercato su google "voglia di morire" perché era proprio quello a cui stavo pensando e a cui penso, in modo più insistente o meno, periodicamente. Un pensiero che fa capolino dal profondo della mia coscienza, una coscienza troppo consapevole del mondo in cui viviamo e della mia inadeguatezza.
Ho provato a voltare pagina, a mettere un punto a tutte le cose brutte, ad affrontare le cose in un modo diverso, ma non funziona.
Dovrei prendermi una pausa da me stessa, ma non si può e non so come fare. Provo un sentimento serio di odio nei miei confronti e alla fine mi torna in mente una frase letta su un libro "No, la morte non mi fa paura. Mi fa più paura vivere con il peso di essere me stessa."
Scusate lo sfogo, non sapevo con chi parlare.
Inserito:  27 Ago 2018 17:00
E hai fatto bene a parlarne qui, e continua a farlo ogni volta che ne hai bisogno, come hai letto tutti noi siamo vittime di sofferenza, comincia col volerti un po' più di bene. Forza aspetto tue notizie, ciao
Inserito:  29 Ago 2018 23:04
Ciao Camelia, grazie per aver risposto. Spero che tu stia bene.
Volevo chiederti una cosa.. come si fa a volersi più bene?
Inserito:  30 Ago 2018 09:21
Ciao Aomame, purtroppo neanch'io sto bene. In effetti è difficile volersi più bene quando si sta male ma bisogna anche pensare che in ognuno di noi c'è qualcosa di buono, ti senti cattiva anche se non hai fatto male a nessuno? e allora comincia a pensare che cattiva non lo sei e questo è già un passo avanti per volersi bene. Quanti anni hai?
Inserito:  30 Ago 2018 22:14
Buonasera Camelia, mi dispiace tanto che tu stia male.
E' vero che in ognuno di noi c'è qualcosa di buono, sono la prima che riesce sempre a vedere del buono negli altri (sempre!) anche in quelle persone che con i loro gesti e le loro azioni dimostrano di essere delle persone cattive e che fanno del male volontariamente, anche alle persone che conoscono… è solo che quando si tratta di me, tutta la razionalità con la quale guardo la vita degli altri e tutte le attenuanti che posso trovare nelle azioni degli altri, beh quando si tratta di me diventa tutto inapplicabile e impossibile. Inoltre fare qualsiasi affermazione positiva su di me, anche solo per finta, mi fa male, come se non meritassi qualcosa di positivo. Dire "sono bella", "sono brava", "sono buona" diventa qualcosa di davvero complicato. Forse sembra una follia, non ti biasimo se lo pensi.
In ogni caso, Camelia, voglio chiederti scusa perché quando parlo di me, di come mi sento e di quello che penso mi sento un'egocentrica.
Ho 26 anni ma in realtà mi sento una bambina totalmente dipendente dagli altri che ricerca continuamente l'approvazione degli altri per poter fare qualsiasi cosa, con il timore di fare qualsiasi scelta da sola, anche le più banali, per paura di deludere o di essere disapprovata.
Tu quanti anni hai?
Buonanotte Camelia
Inserito:  31 Ago 2018 09:35
Ciao Aomame, io non sono più una ragazza ma alla fine è come se lo fossi, ho 52 anni, vivo con mia madre, mio papà è mancato l'anno scorso, non ho un compagno e quattro anni fa causa attacchi di panico che non mi facevano più uscire di casa ho perso pure il lavoro. Ora con molta fatica faccio volontariato in un museo e sto studiando per fare la guida (che ho già fatto in altri posti in passato), dall'età di venticinque anni mi sto curando, le ho provate tutte ma nulla, l'analisi mi aveva fatto bene ma poi sono sprofondata in un baratro atroce e come ti dicevo ho dovuto abbandonare anche il lavoro. Non devi assolutamente chiedere scusa di quello che scrivi perché io non giudico nessuno fra coloro che scrivono qui, se no cosa scriveremmo a fare?  Almeno parliamo un po' tra noi, quando vuoi io sono qui, una buona giornata Aomame e coraggio
Inserito:  01 Set 2018 07:15   Ultima modifica di: Aomame
Buongiorno Camelia, mi dispiace tanto per tuo padre. Io non conosco il dolore che un fatto del genere può causare ma, indubbiamente, posso immaginarlo.  Però sono anche sicura che le persone che amiamo continuano a rimanere accanto a noi anche quando non ci sono più, lo penso davvero. Rappresentano un supporto nei momenti peggiori della nostra vita anche se ci mancano tanto.
Mi dispiace anche per il lavoro, però subito dopo mi scrivi qualcosa di bello e mi dici che ti sei rimessa in gioco, sfidando anche quel dolore che ti porti dentro da tanto. Quando guardi quello che stai facendo non ti senti orgogliosa di te stessa? Quindi oltre a fare volontariato stai anche studiando! Non è una cosa da tutti sai? E ti ammiro tanto per questo, davvero!
Penso che quando si soffre e non si vuole soffrire più, quando c'è la consapevolezza della stanchezza che tutto questo dolore porta alla propria vita, quando si capisce di voler cambiare, quello che sembra impossibile diventa possibile. Nessuno ha mai detto che tutto è perfetto e facile. Il percorso è duro, ma alla fine ne vale la pena. No?
Alle volte mi guardo indietro e mi sento terribilmente insoddisfatta, un fallimento, soprattutto se mi paragono ad alcuni miei coetanei. Alcuni potrebbero dire che non è vero, che ho fatto tanto e che sono anche brava (ma non condivido nulla). Ma il punto è che nessuno può sapere quanto sono brava in qualcosa, nessuno può sapere le mie conoscenze di base, solo io posso. Quando guardo gli altri e la loro vita provo ammirazione con piccole punte di invidia perché dall'esterno la vita degli altri è sempre migliore della nostra e gli altri sono sempre più felici. Vedo queste persone e mi rattristo perché mi sento sempre meno, capisci? Eppure ci sono dei rari momenti in cui penso che dovrei smettere di essere spettatrice della vita degli altri e dovrei piuttosto provare a fare qualcosa di concreto per rendere la vita più piacevole. Certo.. bisogna sempre considerare che la vita ci mette, già poco tempo dopo la nostra nascita, quando la consapevolezza prende il sopravvento, di fronte a delle difficoltà e a delle sfide, no?
E alle volte il nostro obiettivo sembra essere attentato da questi eventi.
Il punto, Camelia, è che l'uomo è  in grado di farcela. E io credo in te. Noi possiamo smettere di essere spettatrici della vita e iniziare a fare qualcosa per cambiare. E tu lo stai già facendo e, anche se non ti conosco di presenza, so che sarai bravissima e che puoi fare esattamente tutto quello che vuoi fare.
Hai detto che l'analisi ti era servita inizialmente, no? Perché non riprovi? Io anni fa, per un po' di anni, per altri motivi, sono stata in terapia. Sai cosa? Anche se non ci credevo davvero al 100%, anche se alle volte mentivo (sì, stupidamente mentivo, lo confesso ora a te) guardandomi ora dico che qualcosa è cambiato. Proprio recentemente ho anche pensato di tornarci se devo essere sincera, quest'anno per me è stato abbastanza difficile.
Detto questo spero che oggi per te sarà una giornata migliore rispetto a quella di ieri e ti mando un abbraccio (virtuale, ma sincero).
Inserito:  01 Set 2018 10:53
Ciao Aomame, mi fa piacere che il tuo scritto sia lungo, vuole dire che almeno la voglia di raccontarsi via internet c'è. Non sai la fatica che sto facendo per studiare, dimentico tutto o quasi e dire che ho studiato storia dell'arte all'università, mi dico come mi sono ridotta, ogni tanto sento ancora l'analista, prima le scrivo una mail poi lei mi dice di telefonare e mi dà un appuntamento per parlare, non per fare analisi, mi sta spronando a continuare nello studio e io cerco di darle retta perché è una persona a cui mi sono molto affezionata anche se in terapia, di gruppo, a volte mi ha fatto vedere i sorci verdi! Il dolore per la perdita di un padre che hai visto ammalato per anni è tanto però hai ragione è come fosse sempre vicino, quando ho qualcosa di difficile da fare o sono triste chiedo a lui di aiutarmi, più il tempo va avanti più mi manca, io e mia madre viviamo in una casa che ormai è diventata triste e così anche con un solo sguardo ci facciamo coraggio a vicenda. Da quando ho perso il lavoro sono seguita da uno psichiatra con cui parliamo tanto e che mi ha prescritto una terapia che mi ha ridotto gli attacchi di panico. E tu cosa fai di bello? In quale zona d'Italia abiti? Io sono al nord, stamattina è piovuto e ora finalmente fa fresco. Dai che sei in gamba anche tu, ne sono sicura. Una buona giornata e un abbraccio anche a te
Inserito:  01 Set 2018 14:25
Per quanto riguarda lo studio e la memoria delle cose che studi ti capisco in pieno. Io studio ancora e, se tutto va bene, il prossimo anno dovrei laurearmi (finalmente) dopo anni e anni di studio (sto per iniziare l'ultimo anno di medicina).  È lo stesso per me, studio, leggo, studio, cerco di concentrarmi ma non ricordo nulla e gli esami sono vicinissimi e il rischio di un fallimento è alto. Ovviamente tutto ciò è altamente demoralizzante e, per come sono fatta io, il fatto che l'esame si avvicini non mi aiuta ed è sempre più difficile concentrarsi. Ma anche in questo caso facciamoci forza. Dobbiamo riuscire a fare il massimo, concentrarci più che possiamo anche se so che è difficile, io spesso perdo la concentrazione e mi rendo conto solo dopo tempo che in realtà non stavo leggendo ma stavo solo pensando.. comunque ciò non toglie che provarci sia la cosa più giusta da fare.
Comunque è bello che la psicologa ti sproni a continuare, anche secondo me è la via giusta. Il fatto che non ricordi le cose che hai studiato all'università è assolutamente normale, considera che io non ricordo le cose che ho studiato pochi mesi fa! In questi casi è la perseveranza a fare la differenza e ovviamente il cercare di crederci davvero nonostante le difficoltà. Non mollare!!
Io sto al sud, siamo agli antipodi mi sa, qua c'è il sole ma un po' di pioggia non mi dispiacerebbe.
Quando vuoi scrivi, mi fa piacere leggerti!
Buona giornata anche a te, forza!
Inserito:  02 Set 2018 08:09   Ultima modifica di: camelia66
Buongiorno Aomame, che bello che studi medicina, sei in gamba davvero, brava!!!!! Adesso, finito di scriverti andrò a sistemare la mia libreria, una mia ex collega e suo marito mi hanno regalato tanti libri d'arte e di religione (anche se io purtroppo non sono credente) e devo sistemare un po', ho iniziato ieri pomeriggio con una sudata che però mi ha fatto anche star bene per un po', poi oggi pomeriggio studierò, dopodomani pomeriggio si ricomincia all'accoglienza in pinacoteca e domani mattina devo andare dallo psichiatra. Oggi il tempo è grigio ma è fresco, l'abbiamo aspettato tanto dopo l'afa che non faceva respirare. Ti piace leggere? sai io faccio parte di un gruppo di lettura di un biblioteca rionale ma ci danno da leggere quasi sempre libri difficili e io adesso ho già da studiare senza dover leggere anche dei mattoni comunque non ci sono obblighi di andarci sempre e c'è un bibliotecario molto simpatico più o meno della mia età. Come passerai la domenica? ti auguro di trascorrerla il meglio possibile. Forza anche a te
Inserito:  04 Set 2018 07:47
Buongiorno Camelia, scusa l'assenza, sono stata molto impegnata in questi giorni. Come stai? Com'è andato il weekend? Sei riuscita a studiare? E com'è andata dallo psichiatra?
Io mi sento un poco meglio, ma sento anche che la più piccola cosa potrebbe buttarmi giù. Cerco di concentrarmi e di studiare, una delusione universitaria ora come ora non mi servirebbe proprio. Oggi pomeriggio ricomincia l'accoglienza?
Io Amo leggere! Se solo potessi leggerei tutto il giorno! Soltanto che per ora trovo tempo solo per studiare, non ho neanche il tempo per uscire con mia madre o per fare altro quindi non ho neanche tempo per leggere. Ho una montagna di libri sul comodino che aspettano da un po' di tempo di essere letti e chissà quanto altro tempo dovranno aspettarmi.
Che generi di libri preferisci? Io leggo di tutto! Sono stata per anni innamorata dei classici dell'800 e del '900 ma adesso mi sto orientando su libri e scrittori contemporanei. Nel corso degli anni ho letto di tutto!
Anche io non sono molto religiosa, però anche i libri religiosi potrebbero essere interessanti, anche se questo è un discorso più complesso.
Che libri propongono in questo gruppo di lettura? A me sarebbe piaciuto far parte di un gruppo di lettura, ho provato qualche volta gruppi di lettura online ma, se devo essere sincera, nel momento in cui il libro mi prendeva molto, non resistevo e lo "divoravo" prima del tempo. Quindi non riuscivo a commentare perché ero più avanti degli altri partecipanti o, addirittura, avevo già finito di leggere.
Comunque come sempre passerò la mia giornata a studiare.
Anche se magari non leggerai ora: buona giornata e un abbraccio!
Inserito:  04 Set 2018 08:36
Buongiorno Aomame, purtroppo stanotte non ho dormito e adesso mi sento uno straccio, spero di riprendermi un po'per andare in pinacoteca. Lo psichiatra mi ha ridotto le gocce di ansiolitico e mi ha detto di cercare, oltre la pinacoteca e il gruppo di lettura, un'altra cosa da fare ma io temo che poi per me sia troppo comunque cercherò qualcosa. Più che studiare sto facendo schemi, riassuntini, metto insieme frasi da vari libri anche perché dovrò parlare con l'incaricata della mia preparazione perché sto andando un po' per conto mio. Anch'io leggo un po' di tutto soprattutto narrativa. Purtroppo i libri del gruppo di lettura come ti ho già detto sono quasi sempre dei mattoni, poi a volte faccio scena muta perché non so che cosa dire ma per fortuna non si è a scuola e ognuno si regola un po'come vuole, serve a socializzare anche prima e dopo l'incontro.Non sapevo esistessero gruppi di lettura on line, si impara sempre qualcosa. Bene, allora buono studio e un abbraccio anche a te, a presto
Inserito:  04 Set 2018 23:53
Mi dispiace che tu non abbia dormito, spero che comunque la giornata sia andata bene.
Quando lo psichiatra dice di fare qualche altra cosa, di preciso, che intende? E soprattutto ti piacciono gli animali? Sarebbe bello scegliere della attività di volontariato con gli animali, tipo in un canile! Cercano sempre volontari e "lavorare" con gli animali può essere gratificante è terapeutico (solo solo per l'amore che riescono a dare in maniera incondizionata!).
Per quanto riguarda lo studio anche le più piccole cose sono utili secondo me e il fatto che nonostante tutti gli impegni che hai e tutti i pensieri tu riesca a studiare, facendo schemi e riassunti, è tanto! Almeno ti mantieni mentalmente attiva.
Anche a me piace la narrativa! Non so se conosci il sito Anobii, è una piattaforma che consente di personalizzare una libreria virtuale aggiungendo tutti i libri letti, quelli da leggere e quelli in lettura, dandoti la possibilità di fare recensioni o di scrivere note che potrai o meno rendere pubbliche. Inoltre puoi trovare vari gruppi in base ai tuoi interessi e, in alcuni di questi, organizzano gruppi di lettura. Ovviamente in ogni periodo si fanno varie proposte di lettura, si stabilisce una data e si inizia insieme e puoi scegliere tra vari gruppi. Insomma non è la stessa cosa di un gruppo di lettura fatto di persone in carne ed ossa che si vedono per parlare dei libri (io preferisco di gran lunga quest'ultima opzion)  ma per chi ha poco tempo e non conosce gruppi è una buona alternativa.
Spero che stanotte tu riesca a dormire e quindi ti auguro una buonanotte!
A presto!
Inserito:  05 Set 2018 11:13
Ciao Aomame, come va? Io insomma al solito, i cani mi piacciono molto ma il canile è vicino all'aeroporto, troppo lontano, non saprei cosa fare d'altro, a me sinceramente basta quello che faccio. Non conosco il sito Anobii ma da come me lo descrivi deve essere molto bello, lo andrò a consultare senz'altro. Oggi continuo con la sistemazione di libri e scartoffie, ti auguro una buona continuazione. A presto
Inserito:  09 Set 2018 15:44
Ciao Aomame. come stai? Ho dato un'occhiata al sito Anobii, troppo bello magari mi iscriverò. Un abbraccio
Inserito:  18 Set 2018 23:39
Ciao Camelia, scusa se rispondo solo ora. Come stai? Spero che tu stia bene.
Sono tanto impegnata con gli esami.. alla fine ho cambiato materia, temevo di non arrivarci, la scorsa settimana ho fatto un altro esame ed è andato benissimo. Ora sto studiando dalla mattina alla sera per un altro esame che avrò la prossima settimana, diciamo che sto più o meno provando.
Non sto benissimo per ora, la stanchezza non mi aiuta neanche.
Nonostante il poco tempo libero, tra una pausa e l'altra, riesco a trovare il tempo per pensare alla mia vita e vanno via via emergendo nuovi pensieri, soprattutto riguardo il mio futuro. In questi giorni sto anche soffrendo di insonnia e mi chiedo come sia possibile soffrire di insonnia quando sto a studiare 10 ore al giorno o più, mi sveglio presto e sono sempre stanca. Mi sento nervosa, triste, non mi sento bene del tutto. Ho tanti dubbi, tanti pensieri.. sono così tanti che non riesco neanche ad ordinarli. Però cerco di scacciare questi pensieri/problemi più che posso perché purtroppo (o per fortuna) devo studiare.
Raccontami di te, come va per ora?
Un abbraccio
Inserito:  19 Set 2018 14:55
Ciao Aomame, prima di tutto complimenti per l'esito dell'esame e in bocca al lupo per il prossimo, da qui si vede che sei una persona in gamba! Capisco l'insonnia e la stanchezza, è la tensione che si accumula con lo studio o comunque quando si è affaticati. Io sto sempre al solito, non miglioro ma pazienza, a volte mi dico che nella vita a una persona tocca una malattia, ad un'altra un altro tipo e a me è toccata nella sfera psichica. Ho appena finito di pulire il bagno, anche se l'ora non è delle più appropriate ma stamattina sono stata a letto un po', ora un po' per l'ansia un po' per il caldo che di pomeriggio non molla sto grondando di sudore, sto continuando con la pinacoteca il martedì pomeriggio, gli schemi per lo studio e per adesso niente altro perché non ce la faccio. Mi ha fatto piacere risentirti, un abbraccio anche a te e alla prossima
Inserito:  19 Set 2018 23:57
Ma anche solo impegnarsi con la pinacoteca e lo studio va benissimo, poi ci sta che pensi anche un poco a riposarti. Oggi qua era nuvoloso e domani dovrebbe piovere e sono contenta, mi piace la pioggia!! Io oggi ho studiato, ma non come e quanto volevo, mi sono svegliata tardi e non so infatti se ora è il caso che mi riveda qualcosa.
Hai mai visto il film "non è mai troppo tardi" con Jack Nicholson e Morgan Freeman? È uno dei miei film preferiti.
Ti auguro una dolce notte e ti abbraccio
Inserito:  20 Set 2018 12:08
Ciao Aomame, qui fa sempre caldo, oggi poi più di ieri, stamattina sono stata ai giardinetti con la mia mamma e poi da sola a fare commissioni. Il film che mi dici non l'ho visto. Penso che tu oggi sia ancora impegnata nello studio, anch'io ho ancora due capitoli di un libro. Buono studio e buona giornata
Inserito:  21 Set 2018 06:41
Buongiorno Camelia!
Se ti capita vedilo quel film, ogni volta mi sorprende!
Anche ieri ho studiato ma in realtà non è stata una bella giornata, non sono stata bene e a tratti ho pianto. Anche oggi non mi sento benissimo, mi sento triste.
Spero che la tua giornata vada bene e che tu possa essere serena.
Buona giornata
Inserito:  21 Set 2018 13:39
Buona giornata anche a te Aomame, io oggi ho una sonnolenza che non riesco a tenere aperti gli occhi, non so cosa sia me lo fa spesso, stamattina ho terminato il libro della pinacoteca, non ne potevo più. Mi sono iscritta su anobii ma non ho capito come funziona, mi applicherò quando sarò più sveglia. Qui continua a far caldo e da te? un saluto grosso grosso
Inserito:  24 Set 2018 19:36
Buonasera Camelia, come stai? Com'è andato il week-end?
Io ho studiato intensamente tutti i giorni e tutto il giorno, dalla mattina alla notte e alla fine ho fatto l'esame oggi ed è andato benissimo.
Sto cercando di lavorare su quello che posso cambiare. L'ambito universitario, d'altronde, è stato sempre un po'un problema per me. Ricordo ancora in modo vivido quando prima di riuscire a superare il test di medicina, sognavo tutto questo e provavo un'attrazione irresistibile. Una volta iniziata l'università non sono mia riuscita a dare il meglio di me e alla fine ero sempre scontenta. Non ci sono mai riuscita penso per una profonda insicurezza che mi porto appresso da sempre e non sono mai riuscita a credere in me stessa e nelle mie capacità. Ogni successo lo attribuivo alla fortuna e ogni sconfitta alla mia incapacità. Da un po' di tempo a questa parte ho deciso di provare a cambiare questa parte di me per riuscire a dimostrare a me stessa che posso farcela se lo voglio. Comunque ora sono davvero stanchissima e, anche se mi andrebbe di uscire di casa dopo tanto tempo, penso che rimarrò sul divano a guardare un film.


Per quanto riguarda anobii devo dire che prima era molto più intuitivo, adesso hanno cambiato grafica ed è un po' più antipatico. Però spero che sarà utile per te anche per trovare libri nuovi o gruppi interessanti!

Ti abbraccio!
Inserito:  25 Set 2018 08:37
Brava Aomame, un altro esame superato! certo che studi tanto, mi ricorda quando ero io all'università che stavo già male e ogni esame fatto era una conquista, solo che io mi sono laureata tardi perché più di quel tanto non riuscivo a fare, invece tu mi sembri un turbo! Ancora complimenti e alla prossima
Inserito:  26 Set 2018 00:14
Macché, magari fosse così! Sono rimasta molto indietro a causa dei miei infiniti momenti no e a causa della poca fiducia in me stessa... considera che tutti i miei colleghi si sono laureati quest'anno. Ogni volta che entro su Facebook e li  vedo  con la corona d'alloro in testa mi sento una fallita... è come realizzare di essere meno intelligente e meno capace rispetto alla media delle persone. Però poi cerco di essere obiettiva, no? E mi rendo conto che non significa nulla e che ci sono un sacco di persone  intelligenti e capaci che si laureano fuoricorso e ciò comunque non li rende, ai miei occhi, inferiori. Penso che alla fine ognuno ha il suo percorso e che anche se non si è al passo con gli altri poi gli obiettivi che si possono raggiungere sono gli stessi degli altri o magari si può farei anche di più
Tu come stai?
Ti mando un abbraccio forte e ti auguro una buona notte! .
Inserito:  26 Set 2018 09:45
Ognuno ha i suoi tempi, cara Aomame, anche nello studio, io come ti dicevo mi sono laureata tardi ma con me anche tanti compagni di università, l'importante è farcela. Ai miei tempi non esisteva la corona d'alloro, mi sarebbe proprio piaciuta, anche ieri in centro ho visto tre persone che l'avevano, è carina. I tempi cambiano e io mi sento sempre più vecchia. Forza allora, un abbraccio forte forte anche a te. Ci sentiamo presto e pensa che sei una persona che vale e tanto
Inserito:  26 Set 2018 10:50
Sì sono d'accordo, ognuno ha i suoi tempi, i suoi pensieri e problemi. Ma appunto come dici tu l'importante è farcela!
Comunque non devi sentirti sempre più vecchia, sei più giovane di mia madre e io cerco sempre di farle capire quante cose potrebbe fare e che è ancora in tempo per cambiare. Purtroppo mia madre tra casa, lavoro e famiglia non ha davvero mai il tempo (e neanche i soldi) per poter fare qualcosa per se stessa, per impegnarsi in qualcosa di diverso e per ritrovare interessi per sentirsi meglio. Non sai quanto mi spezza il cuore vedere che non può avere tutto quello che vuole..
Tutto questo per dirti che non sei troppo vecchia! Credimi!
Ti auguro una buona giornata, un abbraccio!
Inserito:  27 Set 2018 09:22
Grazie Aomame, anch'io vedere mia madre sempre con una tristezza addosso perché non c'è più il mio papà mi fa male, del resto lo sono anch'io, dicono che con il tempo il dolore passa ma a me sembra che aumenti. Studi anche oggi o ti concedi un po' di riposo dopo le grandi fatiche? Io non so se oggi studierò o andrò a fare un giretto visto che fa un po' fresco cosa che mi allevia un po'la sofferenza, vedrò nel pomeriggio. Buona giornata, ricambio l'abbraccio
Inserito:  27 Set 2018 13:27
Ciao Camelia!
Penso che il tempo sia in grado di lenire il dolore ma non di affievolire il pensiero e l'amore.
Ho letto una volta un libro di Isabel Allende e una frase mi è rimasta impressa nella mente ovvero "un dolore così, dolore dell’anima, non si elimina con medicine, terapie o vacanze; un dolore così lo si soffre, semplicemente, fino in fondo, senza attenuanti". Questa frase parla proprio della perdita di una persona cara, che lascia un vuoto e provoca un dolore profondo che si deve vivere fino alla fine, fino a quando non rimarrà il ricordo della persona che continuiamo ad amare. Io sono sicura che le persone che amiamo rimangono sempre con noi, io sento vicina anche mia nonna, che non ho mai conosciuto e che è morta quando mia madre aveva 15 anni appena… eppure io amo una persona che non ho avuto la possibilità di conoscere e la sento comunque vicina.
Sono sicura che la tua presenza sia per tua madre qualcosa di importante e insostituibile in questo momento, sei una grande persona Camelia.

Oggi non so che farò, forse ricomincio a studiacchiare, sono già in ansia per gli esami di novembre, dovrei preparare una materia grande e una più piccola se ci arrivo.
Qua le temperature si sono abbassate, sembra che il caldo se ne sia andate. Però non mi dispiacerebbe fare una passeggiata, magari scendendo al centro…
E' assurdo che siamo già in autunno. A te piace questa stagione?
Buona giornata Camelia, a presto!
Inserito:  27 Set 2018 14:47
Ciao Aomame, ho deciso di stare in casa anche perché ogni tanto starnuto, raffreddore in arrivo? E' vero per la mia mamma sono importante, non so se te l'ho già detto ma ha già perso un figlio quando eravamo sia io che lui bambini, e per me mia madre è la persona per cui val la pena di continuare a vivere.
A me l'autunno piace ma quest'anno c'è stato uno sbalzo di temperatura troppo forte. Buona giornata anche a te, ciao
Inserito:  27 Set 2018 23:24
No, non lo sapevo e mi dispiace tanto. Capisco esattamente quando dici che per te lei è la persona per la quale vale la pena vivere, è anche così per me, sono davvero tanto (troppo) legata a lei ed è la mia migliore amica.
Buonanotte Camelia, un abbraccio