Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  26 Ott 2018 13:50
Ciao a tutti, sono qui perché ho paura...paura di non farcela paura perché ho deluso tutti e perché davvero non c'è nulla di buono in me e nella mia vita. Faccio cazzate su cazzate per cercare di tamponare la sequela di errori che commetto senza trovare soluzioni anzi le bugie che racconto a chi mi vuole bene non fanno altro che peggiorare la situazione. Vorrei soltanto un istante di pace da tutta questa paura. E anche a pensare a farla finita ho paura, ho paura che mio figlio l'unico che mi ama disinteressatamente possa soffrire e possa star male senza di me... Lui è l'unico al quale non sono ancora riuscita a fare male... Sono il gatto nero che ti incrocia la strada e porta solo sciagura e danno... Vorrei poter fuggire lontano ma non ne ho le possibilità economiche e quindi mi resta solo far finire questa inutile vita...non ho paura della morte, so quello che mi aspetta dopo, ma ho paura di far soffrire il mio piccolo. Sono in terapia da una psicologa ma se all'inizio sembrava andare bene ora mi sembra inutile andare avanti senza pensare ai soldi che spende mio marito per me..non valgo nulla...è sempre stato così prima cercavo di ammazzarmi con la droga, ne sono uscita in qualche modo, poi sono diventata anoressica anche li mi sono rimessa in piedi in qualche modo ora però non ho più la forza...vorrei solo un po di pace...
Inserito:  26 Ott 2018 15:03
Vorrei solo poter chinare la testa in un caldo abbraccio e di sentirmi dire "non ti preoccupare ci sono io per te, sistemo tutto io" e invece trovo solo braccia incrociate sul petto...mi sento come un animale braccato senza via di fuga...l'unica via di fuga è farla finita...ma il mio bimbo?
Inserito:  26 Ott 2018 15:07
Ciao cara Keyinth, capita a tante persone di fare cazzate su cazzate, è capitato a te, ma questo non fa di te una persona inutile. Sei qua a parlare con noi dei tuoi problemi, riuscendo ad individuare perfettamente cosa non ti piace di te. Sei lucida di fronte a ciò, no? Hai un figlio che ami e che ti ama, ti ama perché sei tu e perché sei la sua mamma.
Il tuo passato è sicuramente importante, ma sei riuscita ad affrontare tutto e sei riuscita a superarlo.
Sei una brava donna, sei una donna forte.
Non pensare di essere inutile, cambia prospettiva: sei una donna che ha dovuto affrontare tante cose brutte nelle vita ma che ce l'ha fatta e continua a farcela giorno dopo giorno.
Invece di pensare che tuo marito stia spendendo soldi inutilmente, prova invece a pensare che anche tu ti meriti di stare meglio, di riuscire a cambiare se lo vuoi. Non sono soldi spesi inutilmente, sono soldi benedetti che ti faranno sentire meglio, ma tu non devi vedere la terapia e i soldi spesi come un peso, devi vederli come una possibilità. Credici, cogli questa opportunità, ce la puoi fare!!
Inserito:  26 Ott 2018 15:11
Grazie aomame. Razionalmente so tutte queste cose ma "di pancia" non le provo...sono in panico sono stretta all'angolo e mi sembra da sempre, nonostante la mia famiglia, nonostante mio marito, di viaggiare da sola, sono incapace anche di vedere il buono che c'è in me... Non c'è mai nessuno che mi dice brava..nn c'è mai nessuno...
Inserito:  26 Ott 2018 15:24
Secondo me tuo figlio sì, inizia da questo. Hai lui, sono sicura che lui ti voglia nella sua vita e ti vorrà per sempre nella sua vita. Capisco perfettamente quel senso di solitudine che provi, nonostante le persone intorno. Siamo noi che dobbiamo reagire a queste situazioni, perché è quello che abbiamo dentro che ci fa sentire così. Ha mai provato a spiegare alla tua famiglia o a tuo marito come ti senti e  quello che hai dentro? Alle volte parlare con le persone vicine aiuta. Sarebbe bello se riuscissero a leggerti nel pensiero e a capire con un solo sguardo quello di cui hai bisogno, come un abbraccio o una parola di conforto, ma purtroppo non è così e chiedere di avere un abbraccio, abbracciare, chiedere parole di conforto alle volte ti fa ottenere esattamente quello che volevi. Io lo so che è semplice pensare razionalmente, essere consapevoli delle cose, pensare ad un piano per uscirne, alle volte pensiamo troppo in grande e poi realizzare le cose e raggiungere gli obiettivi sembra impossibile. Però inizia dalle piccole cose, a poco a poco. Scrivi nero su bianco quello che secondo te non va bene nella tua vita e inizia ad affrontare le cose a poco a poco.
Inserito:  26 Ott 2018 15:32
Ci ho provato a chiedere conforto e in risposta ho ottenuto un "sono tutte cazzate" oppure un "basta reagire"... Quello che mi dici (e t ringrazio) sono le stesse cose che mi dice la terapeuta ma io non ce la faccio...mi sono sempre sentita una fallita fino al punto di crederci davvero...mio marito è un brav'uomo ma non siamo ben assortiti..
Inserito:  26 Ott 2018 15:40   Ultima modifica di: Aomame
Ok, lo capisco, è difficile che gli altri capiscano come ci sentiamo e quello che abbiamo dentro, anche se ci amano. Non fargliene una colpa.
Il punto è che tu a questo tuo cambiamento ci devi credere.
Anche io penso sempre male di me, mi sento spesso inutile e fallita, però quello che dobbiamo cercare di fare è iniziare una sorta di percorso di autoconvincimento opposto a quello che ci ha portate a pensar male di noi. Ci sono dei modi pratici per farcela. Devi dimostrare a te stessa di valere, perché è così. Sei solo tu che hai smesso di crederci e di pensarlo. Ma non è così, è un tuo convincimento ed è un ragionamento autodistruttivo (come il mio). Invece di dire "non ce la posso fare" inizia a dire "io ce la posso fare, ce la devo fare!". Scrivilo, leggilo, dillo con le parole anche se ti fa male, anche se senti una vocina venire da dentro che ti dice il contrario
Inserito:  27 Ott 2018 10:00
Ciao Key (scusa se abbrevio il tuo nome, ma è troppo lungo), ho letto il tuo post, dici di essere uscita dalla droga e dall'anoressia e ti sembra poco? A molti, anche solo una di queste avrebbe troncato la vita, invece tu le hai superate entrambe. Ci vuole moltissima forza e determinazione per superare anche solo una di queste, perciò dovresti essere molto orgogliosa di te.
Dici bene di volerti rilassare e ricevere un abbraccio, mi sembra più che giusto.
Rilassati, la vita non è fare fare fare! Noi crediamo sempre di dover fare per poi ricevere, magari anche solo un abbraccio, un po' di comprensione, un po' di considerazione, un po' d'amore; crediamo di dover “meritare” qualcosa e non vedendolo questo merito, pensiamo di non essere stati all'altezza e ci buttiamo ancora più giù.
Vedi, io penso che la vita sia un po' come quando si vuol imparare a nuotare, ma si ha paura dell'acqua, che succede? Succede che questa paura ci irrigidisce ed i muscoli tesi ci trascinano sotto l'acqua, trascinandoci sotto avvertiamo maggior paura ed avvertendo maggior paura ci irrigidiamo ancora di più, alla fine siamo stremati e non abbiamo più la forza e probabilmente affondiamo davvero. Se solo riuscissimo, invece, a rimanere calmi e tranquilli, ci accorgiamo che l'acqua ci sostiene in modo naturale e senza alcuno sforzo e galleggiamo tranquilli. La vita, come l'acqua, ci sostiene in modo naturale se solo abbiamo fiducia in noi stessi e nella vita.
Perciò rilassati, credi nel tuo valore intrinseco; le esperienze passate arricchiscono ed ora sei più matura e più saggia, non pensare alle tue paure, perchè queste ti irrigidiscono e ti implicano maggior sforzo e ti faranno, col tempo, affondare. Il passato spesso ce lo trasciniamo appresso, ci rimane incollato addosso e questo influenza notevolmente anche il nostro futuro. Dovremmo pensarci come persone sempre nuove ogni giorno, perchè in effetti lo siamo; siamo nuovi ogni giorno e più maturi, più ricchi interiormente.
Rilassati ed amati così come sei, con le tue paure e le tue preoccupazioni, con le tue frustrazioni e sensi di colpa; sono cose umane, non ci sono colpe per sentirle, tutti le sentiamo, ma è importante che riusciamo ad amarci anche così. Noi pensiamo che per meritare e ricevere amore dovremmo diventare importanti o fare tutte le cose fatte bene, ma la vita vuole invece che noi troviamo l'amore in ogni condizione della vita, ma non riusciremmo ad amare gli altri se siamo in conflitto dentro di noi, se non siamo prima in pace ed amore con noi stessi. Ama te stessa, ne hai tutto il diritto.
Inizia con te stessa, nella pace e rilassamento con te stessa e questa pace interiore la ritroverai anche fuori. A volte la vita ci esclude l'amore esteriore solo per farci capire che dovremmo prima amarci dentro di noi, amarci così come siamo, senza giudicarci ogni volta, per aiutarci a volgere lo sguardo dentro di noi e riprendere fiducia in noi stessi.
Un abbraccio!
Inserito:  31 Ott 2018 15:38
Ciao Giulio...il concetto del "meritare". Vedi fin da piccola mi hanno cresciuta col concetto che dovevo meritarmi le cose e questo mi ha reso terribilmente instabile nella fiducia in me stessa... Credo che se non raggiungo gli obbiettivi non mi merito nulla, solo che io alzo sempre l'asta e gli obbiettivi diventano sempre più irraggiungibili...
Inserito:  31 Ott 2018 16:52
Ciao Key, ti capisco, anch'io sono cresciuto col concetto di dover meritare, credo che la maggior parte pensa questo, è un concetto insito nella coscienza di massa, ma ora ho compreso che non c'è niente da dimostrare né a noi, né agli altri, sono i sensi di colpa dentro di noi che ci portiamo dietro a farci credere questo, a farci credere di dover raggiungere un obiettivo, ma la vita vuole solo che noi ci amiamo e siamo felici.
Dovremmo comprendere da dove nasce tutto questo e comprenderlo dentro di noi al fine di liberarci di quelle catene che spesso siamo noi stessi a mettercele senza rendercene conto. Siamo bloccati in questi concetti che ci sono stati inculcati fin da piccoli, prenderne coscienza e liberarcene. Non è colpa di nessuno, non è colpa degli altri, non è colpa nostra, tutto è esperienza per crescere ed evolvere. Stai tranquilla, rilassati, perché nella tensione è più difficile comprendere, non ti auto-punire per colpe non tue, rilassati nella pace dentro di te, ho scritto qualcosa in un altro post,"Se il cuore parlasse, ti direbbe..." leggilo e fa conto che sia il tuo cuore a parlarti.
Un abbraccio