Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  31 Ago 2019 17:11
Ciao come stai, come va tuo marito? Mi dispiace per gli affari andati male, spero che i prossimi andranno meglio, non abbattetevi. Avere qualcuno accanto è tanto, la solitudine sarebbe insopportabile
Inserito:  05 Set 2019 21:55
Ciao Christie, grazie per le tue parole. Spero che anche l'amore di  tuo marito sia forte e che ti possa essere di aiuto.

Buonanotte, cara
Inserito:  06 Set 2019 09:40
ciao four, mi chiedevo come mai questo nick.
Non è facile essere capiti, anzi, è molto difficile, in un certo senso si è soli
Inserito:  06 Set 2019 18:23
E' inutile infatti attaccarsi alle altre persone, alla fine siamo tutti soli... Però fa parte della vita amare e essere amati.
Inserito:  06 Set 2019 18:27
Il nick l'ho scelto aprendo un libro a caso
Inserito:  06 Set 2019 18:29
e il tuo? da dove viene?
Inserito:  07 Set 2019 17:38
alla fine si, siamo tutti soli, ogni tanto si incontra qualche anima gentile, che io definisco meteore.
Il mio nick l'ho preso dalla scrittrice Agatha Christie, una delle mie preferite, ho letto tutti i suoi libri, il meccanismo delle sue trame è stupefacente
Inserito:  07 Set 2019 20:52
Allora avevo indovinato! Anche io ho letto quasi completamente la sua opera, quando ero alle medie...
recentemente ho visto al cinema Assassinio sull'Orient Express di e con Kennet Branagh. Adoro Poirot e Miss Marple!
Ho deciso di riprendere a studiare inglese... Hai qualche consiglio da darmi? Non so dire a che livello sono. Forse intermedio...
Inserito:  07 Set 2019 21:27
Hai letto i racconti? Ogni tanto rileggo qualche libro. Non è solo il modo in cui scrive, anche lei come persona, una vita travagliata. I film sono tutti belli, hai visto quelli con Margaret Rutherford? Li so a memoria.
Per l'inglese ti consiglio il sito della British Council, ci sono delle sezioni molto utili anche per l'audio, le lingue sono vive, in quanto tali va curato anche l'aspetto della conversazione. Fammi sapere come ti trovi
Inserito:  08 Set 2019 13:23
Grazie. Ti farò sapere sicuramente.
Inserito:  10 Set 2019 21:39
Ciao Chistie, come stai? Io ho ricominciato a lavorare e preferisco non dire quello che provo! Già, devo trovare un buco per riprendere in mano l'inglese. Magari di sabato o domenica...
Ho trovato i film con Margaret R., anche se naturalmente non la conoscevo per nome, ho presente l'attrice. E' proprio perfetta nel ruolo. In realtà non mi ricordo di averli visti, così dato che ti piacciono tanto provo a guardarne qualcuno.

Tu tutto bene?
Inserito:  10 Set 2019 21:41
Quando avrò finito la Casa de Papel!
Inserito:  11 Set 2019 07:35
Ciao four, come stai tu e tuo marito? Io insomma, alti e bassi, uso tante energie per poter andare avanti e darmi una parvenza di normalità.
Di cosa ti occupi? Io ho iniziato da due settimane, il rientro è sempre un pò "brusco".
La Rutherford è la Miss Marple per antonomasia, sono solo quattro i film che ha fatto della Christie.
Stai leggendo qualcosa in particolare?
Inserito:  11 Set 2019 09:07
Ciao,

anche io vado molto su e giù, è un saliscendi. Il mio compagno, bella domanda! per uno che parla poco di sé e non ha uno sguardo interiore... Non si sa mai!

Io ho un lavoro di trascrizione di processi penali e lavoro da casa.

Non sto leggendo nulla di bello, da tanto tempo. E tu?
Inserito:  11 Set 2019 09:58
Il fatto del saliscendi la definisco "la giostra".
E' una persona tendenzialmente chiusa, anche io tendo ad esserlo, non riesco a parlare, e alla fine risulto anche maleducata o acida.
Deve essere un bel lavoro il tuo:), interessante, allo stesso tempo ci vuole concentrazione.
Al momento nulla, ho iniziato un libro di racconti gialli, ogni tanto ne leggo qualche pagina, niente di che
Inserito:  11 Set 2019 21:21
Christie, devi assolutamente pubblicare il tuo libro. Anche io ho provato a scrivere, ma non ero abbastanza convinta di quello che scrivevo così ho smesso. Tu di cosa scrivi?

Stanotte ho dormito pochissimo... buonanotte
Inserito:  12 Set 2019 08:37
Per rispondere al tuo precedente messaggio, il mio lavoro richiede tanta  calma e concentrazione, sì. In più i Tribunali applicano sanzioni in caso di ritardi sulle consegna delle trascrizioni, quindi spesso sono sotto stress per le consegne. D'altra parte c'è però la comodità di svolgerle il lavoro da casa propria... o  da qualsiasi altra parte del globo ti trovi in quel momento!
Capita anche a me di essere maleducata e stronza... mi hanno soprannominato varano... mentre quando ero in famiglia mio fratello mi  chiamava Ghost perchè ero sempre fuori e quando c'ero parlavo pochissimo.

Baci
Inserito:  12 Set 2019 09:28
Ciao Four,
il fatto di poter lavorare da casa è positivo, nel senso che puoi gestirti. I tribunali sono molto fiscali da questo punto di vista.
Per varano intendi il rettile? E' sempre facile additare e sputare sentenze su altri, che capire perchè avvengono certe dinamiche, meglio essere ghost che subire violenze verbali.
Ieri pomeriggio sono andata da una psicologa, spero di poter ottenere dei risultati. La cosa che mi fa male è che devo curarmi per ciò che mi hanno fatto gli altri.
Mi ha accennato a delle medicine, sono un pò restia ma capisco anche di essere in un brutto stato.
Ho scritto dei racconti gialli, un romanzo giallo sul denaro sporco e uno sullo spionaggio.
Tu di cosa scrivevi?
Inserito:  12 Set 2019 21:01
Ma perché dici di essere in un brutto stato? Cosa ti hanno fatto? So che non puoi raccontare tutto di te, in queste condizioni...
Cioè, quando è successo, da quanto tempo vai avanti così?
Come fai a scrivere dei romanzi sul denaro sporco e spionaggio senza averne esperienza diretta?

E' vero, è meglio stare zitti e nascosti che esporsi al giudizio di chi pensi ti voglia bene e invece, tutt'altro, è tuo nemico.

Io scrivevo cose ispirate alla mia vita, ma non ero capace, imitavo solo altre prose. Adesso che mi ci fai pensare, sono rimasta traumatizzata al mio primo tentativo di scrittura che feci, in prima media. Avevo cominciato un romanzo perchè mi ero innamorata di un mio compagno di classe, bellissimo, un vero guapo, e a casa un pomeriggio ho scritto di getto un incipit, dal quale volevo poi sviluppare una storia che adesso non ricordo, ma della quale lui era il protagonista. E non stavo imitando, era proprio ispirazione pura. Mia sorella gemella ha trovato questo scritto e lo ha letto a voce alta, e così ha incrinato la sicurezza che avevo in me stessa nello scrivere di mio pugno.
Mi piacerebbe leggere i tuoi lavori, è possibile?
Inserito:  13 Set 2019 09:31
Come faccio a scrivere sul denaro sporco? Mi documento :), certo i personaggi e le storie sono inventati ma mi documento su tutto, per non dire cose stupide. E questo era una fase che mi piaceva, perchè costruivo la storia.
La mia storia dovrebbe essere in qualche post, per farla breve vado avanti da tanto, forse anche troppo, con ricadute, e adesso sono ricaduta di brutto, mi vedo inutile, come se non avessi uno scopo, gli altri lo hanno, io no.
Che bello il fatto che hai scritto un incipit, potresti riprendere, basta sentire l'impulso di una storia. Deve essere bello avere una gemella, dicono che c'è un rapporto particolare.
I miei lavori sono sul computer, in fase di aggiustamento, correzione...
Inserito:  13 Set 2019 23:01
Ciao Christie. Parli di scopi... Io ho una missione, credo di averla individuata. E la voglio condividere con te, anche se ti sembrerà un po' forte, però... cosa vuoi, puoi benissimo pensare che sia tutta fantasia. Una mia cara amica è morta 8 anni fa in modo davvero orribile, buttandosi da una rupe che si trova nella provincia dove vivevamo sia io che lei. Man mano che ho razionalizzato il funesto evento, mi ci son voluti anni, mi sono accorta di avere a fianco un'altra persona con tendenze suicidarie, il mio compagno di cui ti ho parlato, e che mi stavo anestetizzando per non vedere la cosa. La ultima persona con cui ho avuto una specie di amicizia prima di conoscere il mio attuale compagno, mi parlava spesso di suicidio, e io non volevo sentire. Ci sono state anche altre persone nel mio passato, che non ti sto a menzionare. Io non so cosa fare, non mi piace basarmi sul sentito dire o cose scritte da altri. Però di te sento di potermi fidare, e mi pare che tu abbia una certa conoscenza dell'argomento. In questo momento desidero solo che lui guarisca e stia di nuovo bene. Desidero ricevere illuminazione e guida da te su cosa fare con lui. Tutto il resto per me ha scarsa importanza. Mi conforta solo il pensiero che sia possibile, con qualsiasi mezzo, trasformare un buco nero in spirali colorate... Capisci? Ho bisogno di compiere qualcosa di così fulmineo che bruci per sempre le sue pene!  Aspetto tue notizie, che tu mi impartisca le tue conoscenze!
Inserito:  14 Set 2019 10:54
Ciao four,
non mi permetterei mai di pensare che sia una fantasia, anzi, mi ha fatto così male leggerlo, perchè penso a quanto dolore doveva avere quella persona, un dolore che sentiva di non riuscire più a sopportare. E' stato un trauma per te, sei stata forte a venirne fuori.
Capisco quello che intendi quando parli di "missione", e sono sicura che andrà tutto bene, che riuscirai ad abbattere tutti quei demoni che rendono la vita complicata.
E' come stare sulle montagne russe, il cervello non ti da tregua, so cosa significa soffrire e vorrei tanto dirti "fai questo o quello" lo applicherei anche a me.
Posso dirti che forse il dialogo è importante, e restare ancorati alla realtà il più possibile o forse fare attenzione a quelle cose che possono incrinare un equilibrio già fragile.
Sai cosa ho capito nel corso di questi anni? Innanzitutto è frutto di ciò che abbiamo ricevuto, non siamo diventati così per divertimento, è importante essere affiancati da qualcuno, essere compresi, e fare attenzione ai momenti di caduta, momenti dove diventiamo più fragili possono far emergere di nuovo le vecchie problematiche.
Inserito:  14 Set 2019 17:14
Ciao, Christie,

sei così cara. Da come scrivi sembri anche molto saggia. Infatti S. - lo chiamo così  fra me e te - mi dice che sono spesso la sua ancora di salvezza e che senza di me non ce la farebbe. Di stargli vicino, soprattutto quando arrivano i demoni a fargli la festa. Io infatti ho imparato a sdrammatizzare. Smonto le sue paranoie. Le prendo di petto e le distruggo. E' una guerra.  Ma puntualmente quelle ritornano. Allora mi prende la paura. Infatti sento una grande responsabilità e io mi sento così  piccola, e a volte sono peggio di lui in quanto a pensieri negativi.

Ti voglio bene, Christie. Mi raccomando, il tuo romanzo. Facci qualcosa, hai bisogno anche di quello. Io ho lavorato per delle case editrici, se hai bisogno di consiglio chiedimi pure.

Quanto a mia sorella gemella è vero quello che dici, delle esperienze particolari ne ho avute. In questo momento non ci vediamo. Purtroppo lei e mia mamma sono delle egoiste, fanno casini e poi danno la colpa agli altri. Lasciamo perdere, per favore...

Ma tu non mi hai detto cosa ti hanno fatto. E' violenza psicologica, verbale? Sono stati i tuoi famigliari?

A presto
Inserito:  14 Set 2019 17:18
Ho letto qualcosa in un tuo post. Sulla tua storia. Non c'è bisogno di dire altro. E' come immaginavo. Non ti preoccupare, tu uscirai da quella situazione in cui ti trovi.
Inserito:  15 Set 2019 18:33
Ciao,
anche per me mio marito è la mia ancora, a volte mi capita di andare in tilt e di non capire più nulla, è brutto dover pagare le conseguenze di ciò che ci è stato inflitto.
Ho sviluppato questa capacità di "saggezza" per poter sopravvivere in questa famiglia dal meccanismo contorto. Anche loro, come la tua, sono delle persone egoiste, un nido di vipere. Per sopravvivere e non perdere del tutto la ragione ho dovuto trovare degli escamotages.
Non ho più le forze per fare nulla, sono eternamente stanca, mi trascino. Quando arriva la sera vado di corsa a letto, il momento in cui dormo la mente non mi tortura.
Inserito:  15 Set 2019 20:35
I cammini a volte sono ardui e faticosi ma chi persevera arriva alla meta. Non so se credi in qualcosa. Per me Gesù è la chiave di tutto, se riesci a credere a quello hai trasceso questo mondo.
Inserito:  16 Set 2019 10:13
I cammini a volte sono impervi e spesso non è facile andare avanti.
Si, credo, ci sono stati dei momenti che non avrei saputo cosa fare senza il sostegno della preghiera, quando il dolore  era  così brutto che mi sembrava di impazzire.
Tu come stai, come sta tuo marito
Inserito:  16 Set 2019 16:33
Ciao, io  oggi ho ricevuto un invito da mia mamma per una  commemorazione del 50° anno di matrimonio tra le e mio padre, dopo il quale, in seguito alla morte di lui, lei si è risposata, da 40 anni. Cose per me incomprensibili... Poi per quanto riguarda il mio compagno le circostanze alimentano il suo malessere, in quanto pensa di essere in situazioni senza via di uscita.

Tu come va? E dalla psicologa sei andata? Spero ti possa aiutare. Io sono stata in terapia per 5 anni circa e mi ha aiutato molto a lasciare andare idee fisse su di me.
Sai, nel mio lavoro mi imbatto in tante storie di donne e uomini che hanno subito ingiustizie, a volte in età molto giovane, e non sono state in grado di difendersi. Per me tu sei molto coraggiosa ad andare avanti, quando qualcosa dentro di te ha subito una cosa così brutta che la tua anima si rifiuta di accettare. Spesso sono situazioni che si tramandano di generazione in generazione finché qualcuno non fa qualcosa per fermare la ruota.   

Scusa, se mi intrometto nelle tue faccende più intime.

A presto
Inserito:  17 Set 2019 10:38   Ultima modifica di: christie
Ciao four, non devi scusarti, anzi mi fa piacere ricevere dei consigli, che possano aiutarmi a superare la situazione. Sono d'accordo sul fatto generazionale, perché io sono la seconda generazione, solo che le due persone prima di me sono riuscite a farsi una vita e mi aggrediscono, se solo azzardo a dire qualcosa. Perché il mostro va difeso ed è intoccabile?
Anche per me, come il tuo compagno, le circostanze alimentano il dolore, a volte è solo buio, eppure basterebbe una parola gentile.
Hai accettato l'invito? Anche tu sei una persona molto forte. Ultimamente sono scivolata troppo in basso, piango quasi tutti i giorni. Sono stata dalla psicologa la settimana scorsa, spero di ritornare in settimana, come persona mi è piaciuta, spero possa aiutarmi a superare tante cose
Inserito:  17 Set 2019 21:06
Ciao, se hai bisogno di una spalla su cui piangere, io ci sono. So che i consigli servono a ben poco in questi casi, però io se fossi in te,  anche se non so da che parte del tuo lignaggio arrivi il mostro, magari non è più al mondo, ma io lo affronterei! Ci sono svariati modi per affrontarlo. Quale è il tuo? Fatti aiutare dalla tua psicologa, magari ti sa aiutare. Io devo ringraziare il mio terapista perché mi ha in un certo senso costretto a combattere vari inferni interiori. Però, alla fine, ho vinto io. Speriamo davvero che ti aiuti, questa psicologa, ma prima di tutto devi essere tu a volerti un sacco di bene. Non mollare, hai delle persone che ti vogliono bene. Hai tutto per essere felice. Non sei sola.
Ma cosa è questa storia che il mostro è intoccabile? Non capisco
Per quanto riguarda l'invito di mia mamma, invece, brancolo nel buio.   Vorrei convincere il mio compagno a venire con me, solo che  anni fa ho lasciato che venisse coinvolto in questa guerra.  E nessuno si è mai scusato con lui. Anche se è stato usato per ferire me... e adesso ovviamente non vuole più saperne di loro.