Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  14 Set 2019 19:35
Mi sento terribilmente sola. Fra tutte le persone che mi stanno intorno non trovo nessuna a cui chiedere davvero aiuto. Non so di chi fidarmi, non credo che possano capirmi. Neppure confidarmi con il mio compagno mi fa sentire meglio. non mi fido di ciò che dice, non riesco a vedere nelle sue parole una via di uscita...ultimamente ho pensato al suicidio, sono pensiari che vanno e vengono, cerco di non darci troppo peso, sono terrorizzata all'idea di farlo eppure continuo a pensarci. Mio sento abbandonata e tradita, e tutti sembrano avere sempre soluzioni efficaci ad ogni mio problema, ma io non riesco a vederle. Qualche tempo fa, mi hanno diagnosticato una forma di depressione, sapevo di esserlo, avevo bisogno della conferma perchè sembrava che nessuno attorno a me se ne accorgesse e io non avevo il coraggio di dirlo a nessuno per paura di sentirmi dire che stavo esagerando. Poi qualcosa è cambiato, c'è stato un miglioramento e credevo di averla superata, ma ora mi accorgo che non se ne è mai andata, e questa sera dopo una discussione con la persona che dovrebbe amarmi più di ogni altra cosa al mondo, mi sento sola...così sola che quel pensiero riguardo il suicidio è più forte del solito. Vorrei solo che ci fosse qualcuno ad aiutarmi, ma ho paura a chiedere, ho paura di sembrare un peso, ho paura di essere assillante e fastidiosa. Non mi fido di nessuno e mi sento sola.
Inserito:  17 Set 2019 09:04
Ciao Kaen,
Come mai non ti fidi di quello che potrebbe dirti il tuo compagno? Capisco benissimo la frustrazione di sentirti rispondere che stai esagerando o che la soluzione è semplice...molti non riescono a immedesimarsi veramente nello sconforto più assoluto... Però la persona che ti sta accanto dovrebbe amarti incondizionatamente e dovrebbe essere disposta a mettere da parte le proprie convinzioni per ascoltarti.
Io mi sento meno sola quando penso al fatto che ci sono moltissime persone che si sentono come me...
Inserito:  23 Set 2019 17:25
Ciao Lolli,

Grazie di avermi risposto. E' un momento un po' difficile con il mio compagno. c'è molta distanza fra di noi, complice anche il mio malassere e i suoi problemi che non sono pochi. Nella mia famiglia ci sono sempre stati dei grossi problemi di comunicazione. Io e mio fratello non siamo stati cresciuti con l'idea che condividere pensieri e sentimenti fosse la norma. E' una sotria che si ripete anche con i miei nonni. Sono cresciuta tenendomi sempre tutto dentro, piangendo da sola in una stanza perchè mi sentivo sempre ripetere "Cosa piangi sempre!" oppure "non si piange per un gatto" e simili. Forse per loro era un modo di tirarmi su di morale, ma con il passare degli anni mi sono resa conto che per me parlare con una persona di ciò che sento dentro è estremamente difficile. Ho sempre paura di essere un disturbo, di annoiare le persone. Se poi mi capita di confidarmi una volta con qualcuno non riesco a farlo una seconda volta, perchè ho paura di assillarla e di allontanarla. Inoltre riesco ad affrontare solo discorsi superficiali rispetto a ciò che penso e sento davvero, tendo a sdrammatizzare perchè non mi riesce di essere seria quando parlo di me stessa, come se non fossi abbastanza importante. Quindi anche se ho delle amicizie nessuno di loro sa veramente chi sono e come mi sento. Conoscono solo la parte che voglio fargli vedere, ma non sanno della mia sofferenza. E a volte, quando sto male mi capita di reagire in modo esagerato a certe situazioni e complico sempre i rapporti...
E' il mio silenzio a rendermi sola, ma non trovo la voce per parlare.
Inserito:  25 Set 2019 16:26
Ciao Kaen, io ti capisco, infatti non sei la sola a essere cresciuta in un ambiente freddo. L'indifferenza che vi regna è qualcosa che uccide e capisco bene come tu ti senta. L'importante è riuscire a scovare dentro di sè il seme di quel male e sradicarlo prima che metta le radici dentro noi. Fidati delle persone, non sono tutti lì con la pistola pronti a sparare alla tua minima debolezza. Frequenta altri ambienti, e soprattutto non essere così, tu, con te stessa, mai, e con nessun altro intorno a te. Non sei sola... Anche io trovo più facile esternare i miei sentimenti scrivendo , perché ero come te. Pari pari, come ti sei descritta.