Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  15 Set 2019 22:30
Ho 23 anni, soffro di depressione da più di dieci anni. Ci sono stati tanti alti e bassi, e finalmente un paio di anni fa sembrava che le cose andassero meglio: risultati brillanti negli studi, stavo cercando di recuperare il rapporto con i miei genitori, avevo intorno a me persone speciali che mi volevano bene, e dopo tanti anni di chiusura verso il mondo esterno mi ero innamorata. Nell'ultimo anno pian piano sono cambiate tante cose: la persona di cui ero innamorata si è allontanata, molte delle mie amicizie si sono perse (alcune a causa di litigi, altre perché ognuno ha preso la sua strada), il rapporto con i miei è sempre molto precario, e le discussioni sono sempre tante. Sto provando a fatica a mantenere dei buoni risultati nello studio; ma diventa sempre più difficile, non riesco a rimanere concentrata e nell'ultimo anno quando ho le giornate libere tendo a dormire tutto il giorno, perché stare sveglia mi fa stare troppo male.
Non so nemmeno io perché sto così male, ma mi sento apatica, non riesco più ad essere felice per niente, sento una grande fatica nel fare qualsiasi cosa, e la mia paura è che mi sentirò così per sempre, che questo senso di vuoto, di disperazione e di solitudine non se ne andrà mai. Sono in terapia da 6 anni, ma nonostante riconosca i progressi fatti, continuo a stare molto male, è come se dentro di me ci fosse un nucleo di disperazione che non mi permette di essere felice, non mi permette di andare avanti. Attualmente sento che non ci sarà amore per me nel futuro, e che quello che mi aspetta è altro buio. Come se ne esce? Io non so più come fare, e intanto gli anni passano e io rimango ferma, in attesa.