Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  28 Nov 2019 15:29
Ciao a tutti, non so se qualcuno avrà voglia di ascoltarmi. La mia vita era quasi perfetta fino a 2 mesi fa. Una mia attività che mi piaceva, una famiglia unita, molti amici e un fidanzato che amavo e mi amava. Avevo anche superato la morte di mio papà al quale ero legatissima avvenuta  8 anni fa. Poi 2 mesi fa in un attimo è cambiato tutto. Il mio fidanzato di 45 anni è morto in pratica tra le mie braccia. Si è sentito male mentre eravamo nel bosco. Non riusciva ad alzarsi. Le lunghissime ore dei soccorsi io che gli parlo e cerco di tenerlo tranquillo. Lui che ha freddo io che mi sdraio accanto a lui e lo abbraccio per scaldarlo. Poi finalmente l'ambulanza e l'elicottero. La. Corsa all'ospedale e la terribile verità. Emorragia cerebrale. Se ne è andato il giorno dopo. Stavamo insieme da quasi 5 anni, una storia all'inizio un po' complicata. Ora tutto filava liscio, lui era l'uomo per me. Sapeva tenermi testa ma al tempo stesso era di una dolcezza disarmante. Mi ha corteggiata sei mesi per vincere i miei freni. Mi ha aspettata e mi ha avuta. E nei mesi è stato un crescendo continuo. Avevamo anche preso una cagnolina soltanto 7 mesi fa. Io non riesco ad andare avanti senza di lui. Ho gente intorno ma non me ne frega niente. Vorrei solo poter morire in pace. Ma non posso farlo perché darei troppo dolore a mia mamma e alle mie sorelle. Scusate lo sfogo
Inserito:  28 Nov 2019 23:45
cara Ely, mi chiamo Dora... volevo trasmetterti infinite condoglianze per la perdita del tuo amore. ho ricordato, leggendoti, questa frase letta qualche tempo fa, "Quando succede un dolore così grande, succede che noi moriamo con le persone che muoiono, moriamo per davvero". è di Raffaele Morelli. leggendo le tue parole, mi viene da pensare la stessa cosa..quando è morto il tuo fidanzato, anche tu sei morta, e per questo non riesci a vivere, come dici giustamente. posso dirti questo, Ely...non sforzarti di pensare alla vita, adesso e in futuro. hai bisogno di passare del tempo a tu per tu con il tuo morto,fuori dalla vita, come se foste vicini. prova a sentirlo vicino a te, a parlargli...pensa che, anche se sei morta ma clinicamente viva, hai questo compito: stare con lui, tenergli compagnia. più pensi che invece sia giusto tornare nel mondo dei vivi, meno ci riuscirai, non è quello che davvero vuoi, ora.
ora devi far rivivere dentro di te l'immagine del tuo fidanzato, tutto quello che ricordi di lui, tutto quello che era. passare le giornate con questa presenza dentro di te. sentilo come un compito, qualcosa che devi assolutamente fare, la ragione per continuare a svegliarti mattina dopo mattina.
dalla tua parole si capisce che non hai mai smesso di amarlo, bene, continua a farlo, vi amate nella morte così com'è stato nella vita.
una poesia di Elizabeth Browning, per te.

In quanti modi ti amo? Fammeli contare.
Ti amo fino alla profondità, alla larghezza e all'altezza
Che la mia anima può raggiungere, quando partecipa invisibile
Agli scopi dell'Esistenza e della Grazia ideale.
Ti amo al pari della più modesta necessità
Di ogni giorno, al sole e al lume di candela.
Ti amo generosamente, come chi si batte per la Giustizia;
Ti amo con purezza, come chi si volge dalla Preghiera.
Ti amo con la passione che gettavo
Nei miei trascorsi dolori, e con la fiducia della mia infanzia.
Ti amo di un amore che credevo perduto
Insieme ai miei perduti santi, - ti amo col respiro,
I sorrisi, le lacrime, di tutta la mia vita! - e, se Dio vorrà,
Ti amerò ancora di più dopo la morte.
Inserito:  06 Dic 2019 08:28
Salve, mi dispiace tantissimo per il tuo lutto. È facile di dire "coraggio" o cos'altro ma non è mica consultare per te... Ti mando un grande abbraccio...