Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  25 Gen 2020 16:48
Nell'anno 2014, dei cyber-bulli hanno iniziato a diffamarmi, pesantemente, in un topic di forum molto frequentato.

Ad un certo punto, preso dalla totale disperazione, scrissi, nello stesso topic del forum in questione, che mi volevo suicidare e simultaneamente ho segnalato la questione nel sito ufficiale della Polizia Postale, spiegando anche a loro che non ne potevo più di essere diffamato pubblicamente e che mi sarei suicidato nella condizione in cui non avessero preso provvedimenti contro questi cyber-bulli.

Dopo 30 minuti dall'invio del messaggio alla Polizia Postale, è venuta a prendermi una volante a casa mia, la stessa usata per arrestare i delinquenti, sono stato perquisito e portato forzatamente nella Questura di Acireale dove, i due agenti che vennero a prendermi, insieme ad un individuo in tenuta civile messo dietro una scrivania, mi hanno umiliato, senza interessarsi minimamente ai cyber-bulli che mi avevano chiaramente istigato al suicidio e poi, dopo aver completamente distrutto quel briciolo di autostima di una persona sfigata, con mancata occupazione lavorativa da parecchi anni, senza mai aver avuto amici, mi riportarono a casa sempre con la stessa suddetta volante.

A seguito di mie esplicite richieste di eliminazione delle diffamazioni dal forum, capisco che l'amministratore del forum stesso era complice dei cyber-bulli, infatti con molta arroganza e prepotenza non volle eliminare le diffamazioni dal forum, quindi, nel successivo anno 2015, decisi di sporgere querela personalmente nella sede della Polizia Postale di Catania, ma dopo passato un anno e mezzo, continuando ad essere vittima di questi cyber-bulli, sempre sulla rete internet, anche fuori dal forum in questione, la mia querela venne inaspettatamente archiviata.

All'inizio dell'anno 2017, ricevo una e-mail anonima con minacce di morte da parte di questi cyber-bulli, comprensive del mio personale contatto telefonico di cellulare e da quel momento iniziai a diventare smemorato, deconcentrato, vivendo nella paura di rispondere al telefono e di uscire di casa, temendo che qualcuno potesse pedinarmi per sequestrarmi ed uccidermi.

All'inizio del mese di Marzo dell'anno 2018, decisi di conoscere il motivo dell'archiviazione della mia querela, quindi invio un messaggio di lamentele nel sito della Polizia Postale e riesco ad avere appuntamento con il Dirigente ed il Vice Questore della Polizia Postale di Catania, i quali mi trattarono con molta strafottenza ed arroganza, ovvero raccontandomi un mucchio di frottole riguardo la mia querela, quindi torno a casa piuttosto sconfitto, deluso ed amareggiato.

Nella metà del mese di Marzo dell'anno 2018, continuo a ricevere altre e-mail moleste da parte dei cyber-bulli piene di ricatti ed insulti e preso da un conseguente incontenibile stato d'ira, anche a causa della notifica di sfratto della casa dove abitavo, riesco a contattare, inviando un lungo messaggio PIENO D'ODIO, l'hosting dove si trova ospitato il forum, nel quale, dall'anno 2014 fino ad oggi nell'anno
2020, è ancora pubblicato il topic diffamatorio nei miei confronti che è stato visto 67.607 (SESSANTASETTEMILA E SEICENTOSETTE) VOLTE.

Dopo passata una settimana dall'invio del suddetto messaggio inviato all'hosting, era la fine del mese di Marzo dell'anno 2018, inaspettatamente vengo contattato da un agente della Questura di Acireale, il quale con l’inganno e con molta prepotenza mi impose di andare immediatamente in Questura e, soprattutto, in ufficio, insieme ad un suo collega venuto dalla sede della Polizia Postale di Catania, usando
atteggiamenti non idonei, ovvero intimidatori, molto arroganti, prepotenti e urlandomi addosso, quindi mettendomi IN TOTALE SOGGEZIONE, mi hanno forzato a farmi ricordare di aver inviato il messaggio all'hosting che mi aveva querelato, costringendomi CON ARROGANZA a firmare una mia confessione.

A partire dal quel giorno, oltre a vivere già nella costante paura di essere ucciso dai cyber-bulli, che mi avevano minacciato di morte nell'anno precedente e continuavano a perseguitarmi su internet, non tralasciando pure infantili scherzi telefonici,ho vissuto i successivi mesi con la preoccupazione di rovinare anche la mia reputazione locale nei confronti delle persone che mi conoscevano, perché sicuramente
avrebbero pensato male di me a PRESCINDERE dopo essere venuti a conoscenza della mia condanna e finito in carcere.

Nel mese di Maggio dell’anno 2018, dopo aver cercato invano il supporto di un avvocato di gratuito patrocinio, ho esposto nuovamente di persona una seconda querela, sempre nella sede della Polizia Postale di Catania, e, ugualmente alla prima querela, che avevo esposto nel mese di Marzo dell’anno 2015, questa seconda querela era stata messa in proposta di archiviazione già nel mese di Luglio dell’anno 2018.

Chiaramente, dato che questa volta avevo indicato per iscritto di voler essere avvisato in caso di archiviazione, riesco in tempo a proporre opposizione nel mese di Agosto dell’anno 2018, la quale verrà accolta nel mese di Ottobre dello stesso anno, ricevendo l’avviso per avere udienza con il G.I.P. nel Tribunale di Catania, che sarebbe avvenuto per il mese di Febbraio dell’anno 2019.

Tuttavia, il colpo di scena arriva sempre nello stesso suddetto mese di Agosto dell’anno 2018, infatti dopo aver scoperto la procedura per visionare gli atti della mia prima querela che avevo esposto nel mese di Marzo dell'anno 2015, anche solo per una questione di mera curiosità nel leggere personalmente le motivazioni riguardo l’archiviazione, scopro amaramente che, nel mese di Ottobre dell'anno 2015, gli agenti incaricati del mio caso avevano danneggiato pesantemente il CD-Rom allegato alla suddetta querela da me esposta in modo da non poter essere più visionato, e questo lo posso affermare con estrema certezza, perché io avevo allegato un CD-Rom nuovo di zecca, e, quindi, dopo un anno e mezzo di indagini, comunque svolte con estremo menefreghismo, la mia prima querela venne ingiustamente archiviata, perché tutte le prove di fondamentale importanza a carico dei cyber-bulli erano contenute proprio nel CD-Rom in questione. Stiamo parlando nientemeno di “Frode in processo penale e depistaggio”, mica cosa da poco conto.

Nel mese di Ottobre dell'anno 2018, quando, fra l’altro, ero già in effettivo stato di emergenza abitativa, ovvero traslocando in un alloggio di fortuna temporaneo, ed ancora senza aver trovato alcun lavoro, quindi, con uno stato d’animo già abbastanza depresso di mio, ricevo l’avviso per la condanna riguardo la presuntuosa querela esposta dall’hosting e dopo tutti gli anni passati ad essere vittima di cyberbullismo, con la Polizia Postale che non gli era fregato veramente nulla di quello che stavo passando in tutti gli interi anni precedenti, non so cosa mi ha trattenuto dal togliermi la vita in quel preciso instante che avevo letto quell'avviso.

Purtroppo, vengo condannato definitivamente nello stesso mese, perché, la mia solita sfortuna cronica, mi aveva fatto assegnare un avvocato d’ufficio incompetente che mi ha preso in giro per e-mail ed anche al telefono, la quale non mi ha offerto nessuna possibilità di presentare opposizione a questa ingiusta condanna.

Il giorno dell’udienza, ho avuto una brevissima stitica conversazione con il G.I.P., donna di una strafottenza unica, alla quale, comunque, ero riuscito a consegnare ulteriori prove di reati, comprese altre diffamazioni presenti su Facebook, insieme ad un’integrazione alla querela, dove già a quel tempo, considerata la sgradita scoperta della distruzione del CD-Rom da parte della Polizia Postale, avevo spiegato molto bene, nero su bianco, che nel caso non mi avessero tolto questa condanna, insieme ad un adeguato risarcimento per tutto lo stress causato dall’essere vittima di bullismo da INTERI ANNI ed ingiustamente condannato, quando sarei uscito dal carcere mi sarei suicidato.

Tuttavia, il G.I.P. ignora ottusamente questa mia minaccia di suicidio, insieme a tutte le innumerevoli prove a carico dei cyber-bulli, specialmente quelle molto esplicite presenti in tutto il topic del famigerato forum, ed infatti nel mese di Marzo dell’anno 2019 il mio procedimento è già in parziale archiviazione, scoperto personalmente facendo una richiesta ex art. 335 c.p.p.

Le mie speranze di risolvere la situazione personalmente all’oscuro di tutti con l’annullamento della condanna, il rispettivo risarcimento richiesto per tutto il bullismo ricevuto e lo stress causato dal fatto che sarei finito in carcere, svaniscono totalmente dopo che a metà del mese di Agosto dell’anno 2019 ricevo la conferma definitiva, dove per la seconda volta la mia seconda querela era stata proposta in
archiviazione...un’estate, piena di speranze, completamente rovinata.

Tuttavia, inaspettatamente, ancora una volta, mi era stata notificata anche la possibilità di presentare opposizione, ma sul momento, sinceramente, mi stava sembrando inutile presentarla, cominciando, invece, a cercare su internet dei sistemi per suicidarmi senza dolore, ma poi, a mente lucida, visto che ancora non ero finito in carcere, decido che, almeno, prima di uccidermi, dovevo sapere quali erano stati i motivi di questa seconda proposta di archiviazione, di conseguenza vado nel Tribunale di Catania, e, con qualche difficoltà a causa delle
ferie estive dei dipendenti, riesco a visionare gli atti alla fine del mese di Agosto dell’anno 2019.

Ho letto cose assurde che voi esseri umani non potete nemmeno lontanamente immaginare…., ed ho iniziato a ridere come fossi diventato completamente pazzo, dall’immensa ottusità del G.I.P., del P.M. e della Polizia Postale, quest’ultima che si è rivelata ancora più menefreghista e strafottente delle volte precedenti.

In quel momento, quando ho letto tutte quelle fesserie, evidentemente scritte da gente palesemente raccomandata ed incompetente, volevo ancora più fortemente suicidarmi, non riuscendo a capire come poter combattere contro questa gente testardamente ottusa del Tribunale di Catania, ma, nonostante sia completamente astemio e contrario a qualsiasi forma di fumo, preso da un biologico naturale grande atteggiamento ottimistico, per 4 giorni interi, mi sono messo serio davanti al computer e, sovraccaricando il mio povero cervello, in 35 ORE sono riuscito a sviluppare 10 pagine di spiegazioni più che motivate, consegnate nel mese di Settembre dell’anno 2019 nel Tribunale di Catania.

A seguito di una mia successiva richiesta ex art. 335 c.p.p. dove è scomparsa, direi almeno finalmente, la dicitura IGNOTI, ad oggi, nel mese di Gennaio dell’anno 2020, non ho più nessun’altra notizia riguardo la mia seconda querela ed, altrettanto, dato che non ho più accesso alla buca delle lettere dell’appartamento dove sono stato sfrattato, non so come è finita la mia condanna, motivi per cui i miei livelli di
ansia, paura e rabbia stanno salendo vertiginosamente ogni giorno che passa, non trascurando che le diffamazioni ai miei danni sono ancora tranquillamente pubblicate sulla rete internet da INTERI ANNI senza alcuna punizione per gli offensori, motivo per cui sono estremamente furente.

In tutti questi anni passati, ho sbattuto sempre contro i muri di gomma e combattuto contro i mulini a vento, se voi mi dite di provare a fare qualcosa, state sicuri che io l’ho già fatta, come ultimamente contattare l’associazione vittime di malagiustizia che mi hanno fatto perdere solo interi mesi ed alla fine volevano querelarmi anche loro.

Non so cosa mi ha tenuto in vita fino ad oggi, forse la speranza che un giorno sarei riuscito a svegliarmi da questo dannato incubo che dura da un periodo interminabile, tuttavia, oggi, sono veramente stanco di aspettare, tollerare ed avere a pazienza, senza sapere quando questa assurda storia avrà un qualsiasi fine, non ha importanza nel bene o nel male, basta che finisca SUBITO.

Visto che dall’ultima settimana di Gennaio dell’anno 2020 mi sto attivando seriamente per far finire questa maledetta situazione prima di subito, ho voluto pubblicare solo la parte più in evidenza della mia storia per far sapere a tutti come la Polizia riesce facilmente a manipolare ed uccidere la gente senza il bisogno di usare le armi e mi scuso per eventuali errori di grammatica ed ortografia, non sono mai stati il mio forte, oltre al fatto che ricordare eventi sgraditi e traumatici, ogni volta che devo trascriverli, sta completamente distruggendo il mio stato mnemonico.
Inserito:  26 Gen 2020 10:50
Ciao Worge, mi dispiace tanto per quello che ti è successo. Il cyber bullismo è diventata una piaga dei nostri giorni, purtroppo le persone non si limitano più ad essere cattive di persona ma anche su internet. In televisione ne parlano spesso e mi dispiace per il comportamento della polizia postale, trattare te come un criminale, da brividi. Purtroppo gli incompetenti invadono i nostri uffici e questi sono i risultati, che non sanno fare il loro dovere. Ho pensato come poterti aiutare, anche se so che le avrei tentate tutte, hai pensato di rivolgerti a "chi l'ha visto", ogni tanto seguo la trasmissione e ho visto che ne parlano. Potresti provare a chiamare e chiedere consiglio.
Un abbraccio
Inserito:  26 Gen 2020 12:55
Ciao christie, ti ringrazio per le tue parole. Purtroppo, il vero problema è legato esclusivamente alle persone a cui ti rivolgi che non ti credono e ti prendono in giro, invece di aiutarti in ogni modo possibile e queste persone hanno un lauto stipendio statale mensile garantito che sicuramente non meritano, anche per tanti particolari della mia storia che qui non posso raccontare.

Ho contattato il programma televisivo "Le Iene", ma non si sono degnati di darmi una risposta, però ho pensato che rendere pubblica la mia storia, potrebbe causarmi ulteriori complicazioni che voglio evitare.

E' assurdo che la Polizia possa complicare la vita di una persona fino a portarla alla completa esasperazione.
Inserito:  26 Gen 2020 16:44   Ultima modifica di: christie
Sono d'accordo con te quando dici che il problema è relegato alle persone a cui ti rivolgi. Essere competenti è importante, non solo, ma in questo caso venire incontro alle persone con un problema così serio credo dovrebbe essere essenziale. Deve essere stata una doccia fredda per te.
Una volta ho scritto anche io alle iene, una decina di anni fa, per un fatto accaduto su cui volevo indagassero, non ho mai ricevuto risposta, hanno fatto lettera morta. Nel caso dovessero rispondere chiedi di restare nell'anonimato.
Non abbatterti, non permettere a quelle persone di decidere della tua vita.
Mi sembra che qualcosa sia cambiato negli ultimi anni, in particolare dopo quel caso di quella ragazza di Napoli, non ricordo bene il nome.
Inserito:  27 Gen 2020 16:15
Ciao, ho letto il tuo messaggio ed è una storia che più o meno ho già letto su un sito, forse lo conoscerai già... Ci sono le peggiori storie del nostro Paese.
Parla di persone come te che hanno subito cose pazzesche, da non credere in un Paese considerato civile.
Mi dispiace tantissimo, se sapessi come aiutarti... L'unica cosa che posso fare è segnalarti questo sito, se ti interessa
Inserito:  28 Gen 2020 09:51   Ultima modifica di: worge
Certo che conosco l'AIVM, che è sicuramente il sito di cui parli...un'altra brutta storia da raccontare.

Li ho contattati l'anno scorso, li ho inviato la mia storia, ma loro, senza leggere nemmeno un rigo della mia storia, prima volevano uno stupido pezzo di carta con la mia firma per la privacy che io ho prontamente inviato, sono passati 30 giorni lavorativi e visto che IL TEMPO PER CHIEDERE LA MIA DICHIARAZIONE DI PRIVACY LO AVEVANO TROVATO SUBITO, ho chiesto un sollecito e loro mi dissero che stavano visionando la mia storia e mi avrebbero contattato a breve, invece passano altri 30 giorni lavorativi ed oltre e NON MI CONTATTA NESSUNO.

Quindi, invio una recensione negativa su Google e...hanno fatto censurare la mia recensione e poi....mi hanno minacciato di querelarmi anche loro, dicendomi che non avrebbero più analizzato la mia storia.

Io ho diritto di suicidarmi a questo punto.

Visto che mi sono veramente arrabbiato, proprio in diretta, oggi vado in Questura di Acireale per sporgere una querela riassuntiva e vedo cosa mi dicono e domani vado nuovamente dalla Polizia Postale a chiedere il conto per capire cosa stanno facendo con la mia seconda querela.

IO NON DORMO PIU', HO UNA PAURA E RABBIA CHE POSSONO CAPIRE SOLO QUELLI CHE SI TROVANO NELLA MIA SITUAZIONE, NON POSSO CONTINUARE A VIVERE IN QUESTO MODO.
Inserito:  28 Gen 2020 10:04
Sei online?
Inserito:  28 Gen 2020 16:38
Dopo il mio precedente messaggio, ho preso la mia carpetta e come promesso sono andato in Questura.

Ho incontrato un agente nell'Ufficio Denunce, un'altra nuova persona rispetto a quelle che avevo incontrato in precedenza in Questura, il quale mi ha detto obiettivamente che essendoci un conflitto di interessi, visto che la questione riguarda "la Polizia", mi ha consigliato principalmente di sporgere querela direttamente in Procura a Catania, facendomi notare che sporgere tre querele in tre sedi differenti come avevo in mente, tipo la Polizia, i Carabinieri e la Polizia Postale avrebbe avviato altri tre Procedimenti Penali diversi ed effettivamente la questione si sarebbe complicata ulteriormente.

Una cosa importante che ho capito, è che se la Polizia oppure i Carabinieri (volendo anche la GdF) sbagliano, bisogna andare direttamente in Procura con due copie della querela e vi sbrigate prima.

Il peggio è fare tutto sempre all'oscuro di tutti.
Inserito:  28 Gen 2020 18:14
Allora hai deciso di andare avanti nella tua battaglia?
Inserito:  28 Gen 2020 20:57
Probabilmente, four monks, ti sfugge il grave particolare che a causa della condanna ho la fedina penale sporca, motivo per cui i giudici non dovrebbero condannare la gente così alla leggera, di conseguenza già da prima della condanna era difficile trovare lavoro adesso non posso più cercarmi direttamente un qualsiasi lavoro, specialmente non sapendo il giorno in cui la Polizia verrà a prendermi per portarmi in carcere e da quel preciso momento la mia reputazione sociale sarà completamente distrutta per sempre in modo IRREPARABILE, motivo per cui, sono felice di essere riuscito a sviluppare e pubblicare almeno un breve riassunto, in modo che la gente, potesse sapere LA VERITÀ !

Da quando sono vittima di bullismo ho avuto spesso pensieri suicidi, poi, dopo questa condanna, ormai, il pensiero di farla finita è fisso nella mia mente a tal punto che, continuando a vedere pubblicate le diffamazioni online, che mi hanno causato specialmente un grave danno economico oltre che psicologico, e senza ricevere notizie riguardo la mia querela e pure per la condanna, non volevo proprio vedere il 2020.

Di conseguenza, il giorno che mi arrenderò corrisponderà esattamente a quello del mio suicidio, ormai, è questione di settimane, forse giorni...ho crisi d'identità troppo frequenti come se mi sento estraneo al mio stesso corpo e solo distraendo la mente cerco di arginare il problema, ma non sempre ci riesco...

...si deve staccare quel sottile filo collegato alla ragione, penso quando scoprirò che hanno archiviato anche la mia seconda querela e soprattutto che la condanna non potrà essere annullata.

In ogni caso, era già deciso da tempo con tanto di certificato annesso che dopo il carcere mi sarei suicidato, quindi non vedo perché attendere di essere bullizzato anche nel carcere, uscire, non trovare mai più un qualsiasi lavoro, essere guardato da tutti come un mostro che ha commesso chissà quale atroce crimine...non avrebbe proprio alcun senso continuare a vivere con una situazione appena descritta.
Inserito:  28 Gen 2020 21:25
ciao Worge, mi dispiace tantissimo, ti sono vicina in questo momento delicato. Non è possibile che la polizia permetta tutto questo. E' necessario doversi recare presso la polizia della propria città? Se provi ad una sede tipo Roma o qualche altro posto? Se posso fare qualcosa per aiutarti, sono qui
Inserito:  28 Gen 2020 22:14
Caro Worge, possibile che non esista PM, politico, amministrazione , organo di stampa, o associazione che sia disposta ad aiutarti?
Inserito:  29 Gen 2020 09:30
Ti segnalo un link in cui si parla diffusamente di situazioni analoghe alla tua. italiaparla.wordpress.com
Inserito:  29 Gen 2020 09:45
Ciao christie, ti ringrazio per la tua disponibilità, ma non ho alcun modo di spostarmi oltre la città di Catania, è troppo lungo e complesso da spiegare qui sul forum.

Ciao four monks, (sono maschio), qualsiasi azione che abbia fatto fino ad oggi si è rivoltata contro di me oppure sono stato trattato con totale indifferenza.

Risulta, veramente assurdo che delle diffamazioni, parole ed intere frasi molto brutte nei miei confronti che sono andate oltre le semplici offese, sono state considerate dal PM e dal GIP delle semplici "critiche" o "satira", stiamo parlando di gente completamente ottusa e raccomandata che prende un lauto stipendio mensile, evidentemente immeritato, così come il giudice che mi ha direttamente condannato con prove che per legge non potevano essere assolutamente utilizzate, nei fogli che ho ricevuto c'è scritto proprio che sono stato condannato senza che la questione sia stata messa minimamente in discussione o nel dubbio.

Quello che so per certo è che c'è una lunga lista di reati ai miei danni, ovviamente supportati da valide tesi scritte personalmente, non posso essere presuntuoso se ho veramente imparato coerentemente e correttamente tutte le informazioni che ho visionato su internet.

Ho scoperto che c'è un sistema per fare ricorso alla sentenza di condanna, ma va ben oltre le mie limitate competenze, oltre al fatto che il tempo per presentare ricorso è già scaduto.

Ormai, ho perso completamente il sonno, ho un paio di borse sotto gli occhi che posso usare per metterci la spesa, quindi non ho intenzione di fare la persona civile presentando una terza querela in Procura, specialmente dopo tutto quello che mi è successo.

Quello che mi resta da fare è chiedere l'ultimo aggiornamento della mia seconda querela ed a seconda di quello che trovo, nel caso, come si dice "Nessuna vittoria senza sacrificio", vado dai Carabinieri di Catania che ancora non mi conoscono, gli dico che mi voglio suicidare lo stesso giorno in cui ci vado nella condizione in cui non risolvono il problema in tempi strettamente celeri e basta, vediamo come finisce.

Certo, sicuramente mi manderanno in TSO, tutto previsto, dovrò parlare con uno psicologo che sarà obbligato ad ascoltare la mia storia, gli spiego tutta la situazione...e poi ci divertiremo moltissimo...a buon intenditore poche parole.

Se va bene, vi farò sapere qui sul forum come finirà.
Inserito:  29 Gen 2020 13:07   Ultima modifica di: four monks
Caro Worge, spero sia una spiritosaggine il fatto di contare sullo psicologo o psichiatra del Servizio Sanitario... E' una battuta?
Hai dato un'occhiata al sito che ti ho segnalato?
Inserito:  02 Feb 2020 16:24
Ciao four monks, mettiamo l'ipotesi che il fatto di contare su uno psicologo del Servizio Sanitario non fosse una battuta, spiegami, per quale motivo, secondo te, non sarebbe un'opzione valutabile ?

Il blog che mi hai segnalato non l'ho trovato utile relativamente alla mia situazione.
Inserito:  02 Feb 2020 17:55
Ciao Worge, dico solo di non essere tanto sicuro perché nel caso tu incontrassi dei medici o operatori dei Servizi  che per qualche motivo decidessero di non crederti, o di non volerti aiutare, non servirebbe a nulla o addirittura potrebbe peggiorare la tua situazione.
Sono stata un po' troppo decisa nel fartelo notare, ma non vorrei che la tua idea fosse un po' troppo campata per aria e che ti aspettassi troppo da persone che non conosci.
Del resto non è che sappia molto di queste persone, non ho capito se tu sai chi siano o no, non so se ci sia qualcuno che ti sta pedinando o se tutto avviene via internet, se sono degli sconosciuti e quanti siano... In verità a parte le azioni che tu hai posto in essere per difenderti non ho capito granchè.
Inserito:  02 Feb 2020 21:01
Ciao four monks, io mi trovo in una situazione personale, che non posso spiegare in dettaglio qui nel forum, dove, arrivato a questo preciso momento, non ho proprio più nulla da perdere ed, anzi, perdere quel poco che ho e che fra l'altro mi sta tenendo in vita, ottenendo ulteriori forme di bullismo nei miei confronti tipo da parte di eventuali agenti o medici con lo scopo di "cancellarmi" ed "incarcerarmi", mi porteranno solo dei vantaggi, fra l'altro già previsti, ovviamente vantaggi valutati dal mio personale punto di vista.

Io non ho mai conosciuto l'identità di questi cyber-bulli (non sono "persone") e nemmeno il metodo che hanno usato per risalire ai miei dati personali, quello che so è che mi hanno fatto parecchi scherzi telefonici e non so che piani abbiano contro di me, il che li rende doppiamente pericolosi.

Di ciò che farò a partire da questo preciso momento resta come informazione riservata a me stesso, comunque, il mio scopo di far conoscere la parte cattiva delle autorità è stato raggiunto e tanto mi basta...per il momento.
Inserito:  03 Feb 2020 07:35
Ciao Worge, mi dispiace non essere stata di aiuto, avevo solo intenzione di aiutare a non pensare che sia tutto perduto.... è semplicemente questo.
Concordo pienamente con te sul fatto che non siano persone in quanto nessuno che si possa chiamare umano vuole la distruzione di un suo simile gratuitamente. Per il gusto di farlo.
Tu non dargliela vinta.
Sono anche d’accordo che una parte delle pubbliche autorità non è al servizio del cittadino ma segue logiche diverse.
Inserito:  03 Feb 2020 21:37
Ciao Worge, come stai? Vorrei tanto poterti aiutare.
Prova a scrivere a "chi l'ha visto" o a telefonare, è un tentativo, ho visto che spesso ne hanno parlato in trasmissione, spero possano fare qualcosa per aiutarti.
Sono d'accordo con four monks, non dargliela vinta.
Inserito:  05 Feb 2020 14:48
Vivo alla giornata, con mille pensieri tormentati a cui cerco di non fissarmi più del necessario, specialmente pianificando le ultime mosse per una partita che probabilmente è stata già persa, tuttavia questo particolare lo scoprirò a breve.

Non provate rammarico verso di me per non avere soluzioni, perchè il mio problema è risolvibile esclusivamente dalla Polizia Postale e dal Tribunale di Catania e se mi costringeranno veramente a togliermi la vita, mi chiedo come faranno ad insabbiare tutta la questione.

Ripeto, io non posso esporre la mia storia pubblicamente, addirittura in televisione, rischierei un danno psicologico
irreparabile, anche con il viso e la voce alterati, mentre ancora esiste una piccola percentuale di chiudere la questione con un buon livello di riservatezza e senza danni psicologici irreversibili.

Non ho mai avuto amici, nemmeno la ragazza, tanto meno ho avuto genitori e parenti che mi abbiano mai sostenuto moralmente, i quali, anzi non perdevano un attimo per criticare il mio carattere introverso e poco comunicativo, sono proprio un nerd patentato, quindi le statistiche mi davano morto per suicidio già da molti anni, invece sono ancora qui a parlarne e combattere, ma lo sappiamo tutti come finisce una battaglia, prima o poi ci sarà un perdente ed un vincitore...io spero solo di riuscire a mantenere il sangue più ghiacciato possibile fino a quando verrò messo con le spalle al muro....poi....uscirà il Leonida I che c'è in me...
Inserito:  05 Feb 2020 16:23
Ciao Worge, felice di risentirti.
Ti ringrazio per condividere la tua esperienza, non ti deve stupire che qualcuno voglia conversare con te, forse non sei quell'orso che hai sempre creduto di essere.
Inserito:  10 Feb 2020 21:47
Ciao worge, come stai? Ciò che hai scritto della tua famiglia è simile alla mia. Pensa che sono arrivata a pensare che devono aver scambiato le culle, tanto che siamo diversi, in tutti i sensi, i miei genitori e fratelli da una parte, io dall'altra. Le famiglie sono dei meccanismi orribili. Non li pensare, anzi, sii te stesso, hai ottime doti comunicative.
Inserito:  28 Feb 2020 20:03
Oggi, come avevo indicato in precedenza, sono riuscito ad ottenere gli aggiornamenti riguardo la mia seconda querela, mediante la solita ennesima richiesta ex art. 335 c.p.p., tuttavia non posso darvi ulteriori informazioni, perché ci sono indicazioni parecchio contrastanti su tali aggiornamenti, le quali, comunque, restano apparentemente più negative che positive, di conseguenza sarà necessaria una personale visione degli atti per avere un quadro completo della situazione, ovviamente altre settimane da perdere, PORTANDO TAAAAAAAAAAAAAAANTA PAZIENZA, restando in attesa per poter svelare l'arcano.

@four_monks : più che orso, sono effettivamente un lupo solitario e ci sono diventato per forza di cose, ovvero per proteggermi dalla gente cattiva, ovvero gran parte della popolazione siciliana.

@christie : Cerco distrazioni dai miei quotidiani pensieri suicidi e soprattutto dalla mia furiosa e potente rabbia, continuando a nascondere questa assurda storia che sarebbe inutile spiegare a familiari di bassa cultura timorosi di ogni cosa e, credetemi, quando dico che puoi fare il bravo ragazzo per tutta la vita, MA basta un singolo anche insignificante errore per diventare un teppista, criminale, delinquente, serial killer agli occhi di tutte le persone che ti conoscono, specialmente al Sud dove l'ignoranza non offre nessun diritto di replica o beneficio del dubbio, poi quando tu alzi la voce per far valere le tue opinioni allora passi anche per arrogante e presuntuoso, perché le tue opinioni non contano nulla, mentre le opinioni degli altri sono direttamente di valenza certa ed assoluta da premio Nobel.

E' troppo brutto sentirsi completamente impotenti di fronte ad ostacoli insormontabili che la stessa gente ti ha messo davanti per bloccare il cammino della tua vita.

Mi chiedo se sto semplicemente ritardando l'inevitabile oppure se il destino ha in serbo qualche asso nella manica che mi salverà da una fine praticamente certa.
Inserito:  07 Mar 2020 13:01
Secondo me stai già facendo anche troppo, per uno che è da solo contro quei bastardi... Non ti devi arrendere.
Inserito:  07 Mar 2020 21:21
Ciao Worge, non mollare. Anche io come te ho tanta rabbia dentro, e le persone ignoranti di cui sono circondata la fa aumentare, sui familiari stendo un velo pietoso, sono come li hai descritti tu nel post. Bassa cultura, prepotenti, atteggiamenti da smargiasso, arroganti. Loro sono i giusti e i dritti, in ogni occasione. Per fortuna non sono come loro. Devi essere fiero di essere diverso e di avere uno spessore che non hanno, anche se causa dolore.
Inserito:  10 Mar 2020 20:06   Ultima modifica di: worge
Ciao four_monks, ciao christie, se fra le autorità a cui mi sono rivolto fino a questo momento avessi incontrato persone come voi, che hanno capito e compreso tutto praticamente al volo, sicuramente, oggi, non mi troverei in questa assurda situazione, avviata e poi sviluppata a causa di una serie concatenata e sequenziale di circostanze a cui io ho partecipato pure passivamente.

In fondo ognuno di noi è esclusivamente vittima di circostanze che solo in seguito ci hanno causato alterazioni psicologiche e blocchi esistenziali, esattamente come un virus ed a proposito dell'attuale COVID-19 e quindi considerata la questione della quarantena, la prossima settimana devo capire come posso riuscire ad andare nel Tribunale a Catania.

Purtroppo, devo andarci per forza, altrimenti dovrò esporre una nuova richiesta ed aspettare ulteriori tanti altri giorni per poi essere evasa.

Non ci voleva proprio la quarantena, io non posso perdere altro tempo, non so quanto tempo mi resta prima che la Polizia venga a prendermi per portarmi in carcere, ne ho già perso veramente troppo di tempo e devo concludere la questione il prima possibile, perché io mi sto consumando come una candela, la mia memoria ne sta risentendo moltissimo, non riesco più a memorizzare tante cose, a concentrarmi ed a immaginare un qualsiasi futuro dove la mia situazione potrà risolversi felicemente.
Inserito:  23 Mar 2020 22:10
Ciao Worge, come stai, com'è la situazione da te?
Inserito:  24 Mar 2020 18:14
Ciao christie, da quando sono finito in questa assurda situazione il mio interesse per ciò che accade intorno a me è andato scemando ogni giorno che passa, tuttavia, in queste ultime settimane, per quelle poche volte che sono uscito per necessità non sembra che dalle mie parti la situazione sia particolarmente rilevante.

Purtroppo, al momento i miei piani sono finiti tutti in stallo e mentre le persone, dopo passata questa pandemia, torneranno alle loro vite di sempre, io dovrò continuare a combattere dei potenti virus che non hanno cura, ovvero l'ignoranza, la strafottenza, l'indifferenza ed il menefreghismo.

Continuo a pensare ogni giorno al suicidio e che sarebbe più facile suicidarmi, ma prima io devo sapere di che morte devo morire, mettendo sul tavolo le ultime carte che mi restano in mano.
Inserito:  26 Mar 2020 08:21
Ciao worge, la tua reazione è normale, per fortuna nelle nostre zone la situazione è ancora contenibile, ma quando sento ciò che succede su ho i brividi.
E' un momento particolare e spero che i cyber bulli ti hanno lasciato in pace, e che hanno smesso con di darti fastidio.
In questi giorni ne sto subendo parecchie dalla mia famiglia e mi hanno messo a dura prova, il pensiero del suicidio è ritornato.