Prima di partecipare leggi le Regole del Forum
»Utente: »Password:   Auto-login 
Inserito:  17 Giu 2021 17:50
Ciao a tutti.
È da un po' di tempo che mi sento costantemente di precipitare in un pozzo senza fondo e fare sì che la solitudine prenda il sopravvento, ancora una volta. Ho un disperato bisogno di avere degli amici veri, che possano confortarmi nei momenti bui e che siano orgogliosi di essere miei amici. Purtroppo nel corso della mia esistenza mi sono fidato delle persone sbagliate, le quali mi hanno pugnalato alle spalle proprio nel momento in cui io avevo bisogno del loro conforto. Durante il periodo dell' infanzia (elementari) non strinsi mai grandi amicizie (questo perché da piccolo ero piuttosto timido), ma comunque mi ritenevo fortunato ad avere una migliore amica. Fu però proprio lei, quando mi precipitai nel bagno della scuola in lacrime, a definirmi davanti a tutta la classe "patetico". In quel momento il mio cuore si frantumò in mille pezzi. Successivamente rividi dopo tanto tempo un mio compagno di classe della scuola materna con cui avevo perso i rapporti. Migliorammo la nostra amicizia e questo divenne il mio migliore amico. Iniziai a fidarmi ciecamente di lui e fu proprio questo il mio errore: il ragazzino iniziò a sputtanarmi in ogni occasione, quando ero sereno lui doveva in tutti i modi togliermi quel briciolo di felicità che avevo ottenuto. Dopo molto tempo riuscì finalmente a liberarmene e chiusi definitamente i rapporti con egli. Non capisco perché le persone abbiano sempre voluto mettermi in difficoltà e prendermi in giro. Sono sempre stato gentile con loro, le ho perdonate in ogni occasione, senza successo. Hanno costantemente deriso i miei gusti e le mie passioni, rendendomi una persona insicura. Vedo continuamente che gli altri hanno amici veri, i quali apprezzano e difendono le loro passioni. Ho bisogno di una persona che mi faccia uscire da questo pozzo, che apprezzi i miei difetti, le mie passioni e i miei gusti, che sia orgogliosa di me, che scherzi con me, che mi dica "sei importante", che sia onesta, che mi faccia vivere.